prova Persepolis: film

Persepolis

Persepolis
Titolo originale: Persepolis
Produzione: Francia
Durata: 95
Genere: Animazione
Regia: Vincent Paronnaud, Marjane Satrapi
Uscita: 2008-02-29
Attori principali: Catherine Deneuve, Danielle Darrieux, Simon Abkarian, Gena Rowlands, Chiara Mastroianni, Tilly Mandelbrot
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 7.1/10 (10 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Marjane è una vivace bambina iraniana. Crescendo si accorge della pessima situazione del suo paese, prima e dopo la Rivoluzione islamica. Trasferitasi a Vienna per proseguire gli studi e trovare sicurezza, scopre un mondo del tutto diverso ma una parte di sè è ancora legata a Theran dove ha lasciato le persone più care (in primis la nonna). Tornata in Iran, dove la guerra sembra finita, si accorge che altri problemi tormentano il paese.
Recensione:
Tratto dal fumetto autobiografico di Marjane Satrapi. Il mondo femminile, quello iraniano in questo caso, si tinge di un nitido bianco e nero e viene ritratto in figure stilizzate dalla straordinaria bellezza. Non serve dunque l'animazione 3-d per poter colpire il pubblico. Marjane cresce assieme ai problemi del suo paese, vive un' adolescenza turbolenta, lontano dalla sua nazione che si macchia di continui delitti: all'estero, dove può trovare sicurezza, non trova però la pace. Delicato, ironico, commovente e divertente, Persepolis vuole limitarsi a descrivere la situazione femminile in medioriente, la crescita di Marjane, ma si trova allo stesso tempo a completare un puzzle che prevede, ovviamente, delle connessioni col contesto storico e politico, senza tuttavia dilungarsi troppo su di esso. Marjane, tornata dall'estero, assume un punto di vista particolare: guarda ai suoi connazionali con occhio critico ed "distaccato", dimenticandosi quasi di essere una di loro. Il tratto femminile è ben visibile: superando decorazioni floreali che ornano alcune scene, troviamo uno spassoso umorismo in alcune sequenze che vedono il conflitto tra i due sessi o situazioni proprie della vita della donna. L'adolescenza di Marjane segna anche un'interessante ambivalenza: l'attrazione verso la cultura occidentale (la musica, i film, l'abbigliamento) ma lo stesso tempo la scomodità nel venire realmente a contatto con essa ( il trasferimento in Europa), accorgendosi di quanto sia differente dalla propria. L'adolescenza (il film non tratta solo di questo) è un tema assai sviluppato nell'ambiente cinematografico (si pensi al recente "Marie Antoinette" di S. Coppola, o a "Thirteen" di C. Hardwicke) ma M. Satrapi lo pone sotto una luce nuova, attribuendogli nè troppa serietà nè troppa banalità, ma rendendolo ancora più interessante e immergendolo in una cultura assai particolare. Da vedere
Voto: 8
Riccardo Balzano

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione