prova Confetti - recensione trama film

Confetti: trama e recensione

Confetti
Titolo originale: Confetti
Produzione: Gran Bretagna
Durata: 100
Genere: Commedia
Regia: Debbie Isitt
Uscita: 2006-07-06
Attori principali: Selina Cadell, Jimmy Carr, Ron Cook, Martin Freeman, Vincent Franklin, Julia Davis, Olivia Colman
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 8.0/10 (3 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
La rivista “Confetti” lancia un concorso per aumentare i lettori: Il matrimonio più stravagante vincerà una casa lussuosa nella quale gli sposi potranno vivere la loro storia d’amore. Ai provini vengono scelte tre coppie: Michael ( Robert Webb) e Joanna ( Olivia Colman) con il loro sposalizio in stile naturista, Matt (Martin Freeman) e Samantha (Jessica Hynes) con lo stile musical di Broadway e Josef (Stephen Mangan) e Isabelle (Meredith MacNeill) che si sposeranno su un improvvisato campo da tennis, il tutto organizzato da due bizzarri wedding planners...
Recensione:
Chi non sogna un matrimonio da favola in pieno stile romantico? Probabilmente chi è a capo di una rivista specializzata e deve vendere più copie possibili. Il nome della rivista è il nome della pellicola, “Confetti”, e grazie alla strampalata idea del direttore Vivienne, una splendida Felicity Montague, e del direttore artistico Antoni (Jimmy Carr) gli appassionati del giorno più bello della vita potranno seguire sulle pagine, e sullo schermo, il countdown per la preparazione delle nozze di tutte le coppie in gara, che si sposeranno la stessa sera in un gala organizzato per l’occasione. Il contratto prevede che le coppie siano affiancate da due strampalati wedding planners Archie (Vincent Franklin) e Gregory ( Jason Watkins) , aventi il compito di organizzare coreografie, gestire i parenti e ideare le scenografie. Ogni coppia ha un motivo diverso per partecipare al concorso, chi per debiti o problemi di finanze, chi per guadagnare l’indipendenza tanto agognata, chi per potersi esprimere liberamente, stanco di sembrare strano agli occhi della gente, celebrando la sua scelta di vita. Non c’è coppia senza problemi e non ci sono nozze senza intoppi, qui saranno messi a nudo totalmente i dubbi e le paure, le insicurezze e i rapporti familiari difficili, ma anche le manie di protagonismo e l’egoismo, la stravaganza e l’ironia tipica degli inglesi moderni. L’uso della camera a mano in ogni sequenza catapulta lo spettatore in un vero e proprio finto reality show, farcito di scenate di gelosia e di litigi, di romanticismo al limite della costruzione, e di isterismo goliardico. Per chi ama l’umorismo inglese con un pizzico di pazzia e di nonsense può risultare divertente, per tutti gli altri solo stupido e privo di qualsiasi senso. In questo caso prendiamo in considerazione la prima definizione, non tutta la vita ha bisogno di serietà per di più farcita di senso.
Voto: 6,5
Ambra Zamuner

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione