prova Chloe: film

Chloe

Chloe
Titolo originale: Chloe
Produzione: U.S.A., Canada, Francia
Durata: 99'
Genere: Drammatico, Thriller
Regia: Atom Egoyan
Uscita: 2010-03-12
Attori principali: Liam Neeson, Julianne Moore, Amanda Seyfried, Nina Dobrev, Max Thieriot, Meghan Heffern, Laura DeCarteret, Mishu Vellani, David Reale
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 4.3/10 (4 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Catherine č un'affascinante medico di successo divorata dal sospetto che il marito la tradisca. Per liberarsi da questa ossessione, decide di testare la fedeltā  del consorte ingaggiando una prostituta di nome Chloe. Ma presto Catherine resta invischiata nella trappola del desiderio e si ritrova su un percorso che metterā  in pericolo tutta la sua famiglia.
Recensione:
Dopo aver realizzato interessanti film il cineasta armeno-canadese Atom Egoyan ci propone il deludente remake di un altrettanto mediocre film francese del 2003 ambientato a Parigi intitolato "Nathalie" di Anne Fontaine con Emmanuelle Bčart, Fanny Ardant e Gčrard Depardieu, incentrato su gelosia e ossessione sentimentale. In Chloe, Catherine e David (Julianne Moore e Liam Neeson) sono una coppia agiata che abita a Toronto in una bellissima casa dalle ampie vetrate. Lei ginecologa stimata, lui professore di letteratura hanno un figlio adolescente introverso, sfuggente e silenzioso, Michael, in rapporto conflittuale soprattutto con la madre. Proprio Catherine inizia a sospettare che il marito la tradisca con una delle sue allieve e assume quindi una prostituta d'alto bordo, la Chloe del titolo (Amanda Seyfried), per verificare se il marito cederebbe alla seduzione pilotata di un'avvenente sconosciuta. Ma sarā  lei stessa a rimanere ammaliata sessualmente dalla ragazza che le racconta nel dettaglio gli incontri carnali, dando vita a una pericolosa spirale di menzogne e ricatti, complicata dal fatto che Chloe, nel frattempo, ha buttato l'occhio sul giovane figlio.... "Chloe" poteva essere un'intrigante esplorazione dei territori ambigui della sensualitā  come lo č stato Exotica, ma dopo un inizio azzeccato che semina dubbi si perde in un evoluzione narrativa superficiale scontata e banale, con dialoghi davvero inascoltabili. L'erotismo č scandito da scene voyeuriste, scontate e fastidiosamente patinate e manca qualsiasi approfondimento psicologico che giustifichi anche solo parzialmente la deriva erotica cui giunge Catherine. Ha detto bene chi ha paragonato Chloe ai film pseudoerotici di Adrian Lyne, quello di Attrazione fatale e 9 settimane e mezzo per intenderci.. Peccato, il cast č da grande occasione, rivediamo Liam Neeson - che ha dovuto interrompere le riprese per poi tornare sul set dopo il lutto per la perdita della moglie Natasha Richardson e Julianne Moore, che č una delle piāš ricercate attrici di successo di Hollywood. Il soggetto č interessante, si presta a uno sviluppo narrativo psicologico interessante Eppure il tutto, compresa la scenografica carrellata di bar trendy e alberghi chic di Toronto che si susseguono alle trasparenze metaforiche degli enormi spazi della casa di Catherine e David, č messo al servizio di un'operazione cinematografica di mediocre fattura.
Voto: 4
Stefania Muzio

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione