Fotocamere
    Digitali: Guida all'acquisto

Articolo:
Fotocamere Digitali: Guida all'acquisto


Gik25



Cosa conta in una digitale? Quali sono le caratteristiche che deve avere? Vanno tutte bene? Qual'è la migliore per una data fascia di prezzo?

Sono queste le domande a cui intendiamo dare una risposta il più possibile esauriente. Per farlo è necessario distinguere almeno tre categorie di utilizzatori: i principianti, i fotoamatori e i professionisti. Nell'ultima categoria rientrano anche i fotoamatori che hanno la possibilità di spendere almeno 1.500€.

Cominciamo con una breve introduzione necessaria per chiarire le differenze presentate dai modelli più e meno professionali

A quale categoria appartenete?

a) Principiante
Se non sapete cosa siano gli iso, il rumore, i controluci, i ccd, i megapixel, i diaframmi ecc probabilmente rientrate in questa categoria. Attenzione però se siete esperti nella fotografia tradizionale e sapete tutto su tempi di otturazione, diaframmi e filtri non dovete assolutamente considerarvi dei principianti. Sarebbe un grave errore!

b) Fotoamatore
Se sapete usare la fotocamera, tradizionale o digitale, e avete un budget inferiore ai 1.000€ rientrate in questa categoria.

c) Professionista
Se siete fotografi per professione o siete comunque molto esperti e avete un budget superiore ai 1.000/1200 euro rientrate in questa categoria.

Questa distinzione molto semplicistica è necessaria per indirizzare ciascuna fascia verso le caratteristiche che più la interessano. Va infatti subito chiarito che non sempre la fotocamera più costosa è quella migliore. Per un utente inesperto, abituato alle usa e getta una costosa (e complicata) reflex sembrerà poco utilizzabile, mentre un fotoamatore resterà profondamente deluso dai modelli più economici.


Dove trovare informazioni su una fotocamera?
Innanzitutto dovete procurarvi le specifiche. Potete trovarle un po' ovunque: sul sito del costruttore, sul sito del venditore oppure su uno dei tanti siti che forniscono recensioni di fotocamere. Potete dare un'occhiata all'articolo Recensioni di macchine fotografiche digitali. Trovate le specifiche dovete leggere una o più recensioni e dare un'occhiata ai "sample" (immagini scattate con la macchina in questione). Infine potete chiedere sui vari forum sparsi per la rete.


Caratteristiche Importanti

Formato:
Le fotocamere si dividono in compatte, compatte simil-reflex e reflex. Le compatte sono molto semplici e intuitive da usare, solitamente hanno una forma che ricorda le classiche usa e getta senza obiettivi sporgenti, sono spesso le meno costose, ma alcuni modelli fanno eccezione: le dimensioni contenute sono un pregio che fa gola anche ai professionisti, esistono quindi compatte semi-professionali.
Le reflex sono molto costose e posseggono obiettivi intercambiabili. Molto poco pratico, ma necessario per chi necessita della massima qualità.

Megapixel Effettivi
Il sensore di ogni digitale è composto da migliaia di pixel disposti a matrice. Più è alto il numero di tali pixel, più la foto sarà dettagliata e mostrerà dettagli altrimenti invisibili. Le fotocamere attuali vanno da 2 a 14 Mp. Sebbene sembrerebbe logico che 2 milioni di pixel siano tanti (mega significa milioni) bisogna tenere conto che la reale risoluzione è circa un terzo di quella dichiarata. Ciò è dovuto alla particolarissima struttura interlacciata (visibile a sinistra) dei sensori attuali (fanno eccezione i sensori montati sulle Sigma SD9 e SD10).
Per questo motivo un'immagine da 2 Mp per essere veramente nitida dovrebbe essere stata scattata con una macchina da almeno 6 Mp!
Tuttavia non va dimenticato che passare da 2 a 6 Mp non significa triplicare il dettaglio catturato. Il vero aumento di dettaglio è pari a 1,75 volte (cioè il 75% in più) come si evince dalla tabella sottostante. Per ulteriori informazioni si consiglia di leggere l'articolo sui ccd.

Rapporti teorici e Rapporti reali

Sensori

1 Mp

2 Mp

3 Mp

5 Mp

10 Mp

14 Mp

1 Mp

1

1

2

1,4

3

1,7

5

2,2

10

3,1

14

3,7

2 Mp





1

1

1,5

1,2

2,5

1,6

5

2,2

7

2,6

3 Mp









1

1

1,7

1,3

3,3

1,8

4,7

2,2

5 Mp













1

1

2

1,4

2,8

1,7

10 Mp

















1

1

1,4

1,2

14 Mp





















1

1

Come vedete i rapporti reali (tra risoluzioni orizzontali) sono molto deludenti rispetto all’aumento di Megapixel e sono tanto più deludenti (in percentuale) quanto più l’aumento è forte. In altre parole se l’aumento dovrebbe essere del doppio in realtà è di 1,4 volte. Ma se “dovrebbe” essere di 14 volte è di appena 3,7!

Megapixel Equivalenti
Da qualche mese stanno uscendo alcuni sensori di quarta generazione. Questi sensori risolvono il problema di interpolazione aumentando notevolmente la risoluzione reale. In altre parole il sensore montato sulla Sigma SD9, chiamato Foveon X3, è capace di prendere immagini molto più nitide di qualsiasi altro sensore da 3Mp. Tale sensore equivale come nitidezza a un 6Mp.

Grandezza del sensore
Purtroppo è un parametro di cui pochi sono a conoscenza e che viene spesso sottovalutato. I sensori delle digitali vengono chiamati anche ccd e sono minuscoli, i più piccoli sono poco più grandi di un coriandolo. Purtroppo più sono piccoli e peggio è! Dal peggiore al migliore abbiamo quelli da 1/2.7" (5.27 x 3.96 mm) (" sta per pollici, un pollice equivale a 2,54 cm), 1/2.5", 1/1.7", 1/1.5", 2/3", ecc.
Per ricordarli si fa presto: eccetto il 2/3" che è il migliore (tra quelli più diffusi) tanto più è grande il numero a denominatore (quello dopo la /), tanto più il sensore è piccolo e quindi peggiore.
Quanto conta un sensore grande? Spesso molto più dei megapixel, ma molto poco se la marca che lo produce non è seria...

ISO equivalenti
Misura la sensibilità alla luce del sensore ed è bene avere valori che spaziano almeno tra 100 e 400. Alcune permettono anche il 50 (utile se c'è molto sole) o l'800 (per le notturne) mentre sono pochissime (e davvero molto costose) quelle che raggiungono i 1600 o addirittura i 3200. Tuttavia spesso il numero di iso raggiunti non è molto significativo in quanto a valori elevati (400, 800) molte digitali diventano davvero deludenti, se non addirittura inutilizzabili.
Se la propria macchina arriva almeno Molto più interessante sapere quanto sia rumorosa la propria digitale...

Rumorosità/Noise
Qualsiasi dispositivo elettronico produce un "rumore". In elettronica rumore è un segnale elettrico casuale che, in questo caso, si sovrappone ai dati dell'immagine. Tale rumore è visibile soprattutto a iso elevati e nelle foto scure (ad esempio interni senza flash o notturne). Il rumore è visibile come puntini colorati (solitamente rossi, viola o versi) casualmente distribuiti sull'immagine e difficilmente eliminabili. Senza un filtro antirumore efficace tale rumore può rendere le immagini addirittura inservibili (soprattutto le notturne). Tuttavia tale filtro deteriora comunque la qualità delle immagini ed è meglio quindi avere un sensore il più possibile poco rumoroso. Se dovete scattare foto notturne le reflex sono le migliori e la Canon è davvero impareggiabile

Contrasto Dinamico
Purtroppo questo valore importantissimo non viene mai segnalato né dai costruttori né da chi recensisce macchine fotografiche. Misurarlo infatti non è esattamente banale, tuttavia da questo parametro dipende la possibilità di scattare o meno foto decenti in controluce leggero. Alcune macchine sono deludenti persino se si inquadra contemporaneamente una zona all'ombra e una al sole... Fate attenzione!

Zoom ottico minimo
Di solito 28mm o 35mm meglio il primo, ma ci si può accontentare. Serve a scattare foto molto larghe (che coprano una vasta area). Per contro scattando a 28mm le immagini sono molto piccole e leggermente deformate (è questione di fisica, anche il miglior obiettivo al mondo soffre di questo "difetto")

Zoom ottico massimo
Spesso alcune compatte non hanno alcuno zoom ottico. Evitate assolutamente quel tipo di macchine perchè lo zoom è qualcosa di fondamentale. Un 2x, o meglio ancora un 3x, è proprio il minimo accettabile. Tra 4x e 6x si inizia a ragionare ma è con gli 8x e i 10x che si raggiunge il massimo. A cosa serve uno zoom tanto potente? Vi assicuro che serve e non pensate di poterlo sostituire aumentando il numero dei Megapixel. Nemmeno con 30 Mp potreste vedere i dettagli che riuscite a cogliere con una 2 Mp e uno zoom da 10x. Questa foto dovrebbe chiarirvi le idee: Prove zoom a confronto.jpg
Prove zoom a confronto


Zoom digitale
Non serve assolutamente a nulla! Le immagini ottenute con lo zoom digitale sono sfocate e sono identiche a quelle ottenibili con la funzione Resize o Resample (ridimensiona) dei programmi di grafica gratuiti come Paint Shop Pro.

Auto Focus/Manual Focus
Il primo è di serie su tutte le digitali, quello che conta è quanto è veloce. il secondo serve solo in casi particolari. Ad esempio se dovete fotografare un oggetto che ancora non è in posizione e passerà molto velocemente a pochi metri da voi. In tal caso infatti l'autofocus è inutile in quanto l'oggetto è troppo veloce e solo una messa a fuoco manuale vi garantirà un'immagine non sfocata.

Macro Focus Range
Alcune fotocamere riescono a scattare anche da 3 cm di distanza permettendo di fotografare un insetto che si posa su un fiore. Mai sottovalutare l'utilità di questa funzione. In ogni caso valori inferiori ai 10 cm sono più che accettabili.

Bilanciamento del bianco
Di solito è automatico, ma se volete ottenere colori perfetti o non siete soddisfatti della resa negli interni potreste regolarlo manualmente. Prima di acquistare controllate che si possa regolare manualmente, non è indispensabile, ma è sempre meglio.

Apertura diaframma
Quasi sempre è compreso tra 2.8 e 8. Alcune partono da 2.5 (ottimo) e sono dunque molto luminose, altre 3.2 (non è certo il massimo). Molto meno importante è il valore massimo raggiungibile, conta solo se dovete fotografare soggetti luminosissimi quali luci dirette.

Tempo minimo otturatore
Le migliori hanno la funzione B e permettono di mantenere l'otturatore aperto per tutto il tempo che si vuole, subito dopo vengono quelle da 32 secondi e quelle da 16 secondi. Mantenere aperto l'otturatore per tempi così elevati permette di creare effetti molto interessanti e di fotografare di notte. Valori inferiori, quali 8 o addirittura 4 secondi, non sono penalizzanti a meno che non desideriate scattare foto in estrema oscurità.

Tempo massimo otturatore
Importante per scattare foto sportive: immortalare un oggetto in movimento veloce, come una formula uno o un aereo richiede tempi di esposizione brevissimi dell'ordine del millesimo di secondo. Valori ottimi sono quelli da 1/1000 in giù. Del resto quasi tutte sono da 1/1000 e solo le professionali scendono sotto 1/2000.

Flash Esterno
Se vi siete classificati nella categoria fotoamatori o professionisti badate particolarmente al tipo di flash esterno che è possibile montare: un flash normale costa appena 49€ mentre i modelli proprietari costano dieci volte tanto! Se non volete scoprire all'ultimo momento che sulla vostra fotocamera non è possibile montare il flash standard fate attenzione al momento dell'acquisto. Perchè montare un flash aggiuntivo? Semplice: produce molta più luce dei minuscoli flash montati di serie sulle digitali con ovvie conseguenze.

Modalità Flash predefinite
Standard e anti occhi rossi sono indispensabili, slow 1 e 2 certamente non guastano.

Compensazione dell'esposizione
È fondamentale che sia regolabile. Schiarire l'immagine dopo sul computer non è sempre soddisfacente, il Jpeg (l'algoritmo di compressione delle immagini) infatti elimina molti dettagli dalle zone troppo chiare o troppo scure, altri dettagli vanno persi a causa della discretizzazione (le immagini sono a 24 bit), altri ancora a causa del fatto che regolando l'esposizione durante lo scatto si modificano il diaframma e i tempi di otturazione... una volta scattata la foto si può solo sperare che il sensore fosse molto buono...

Calcolo dell'esposizione
Calcola quanta luce è presente nella stanza, ne esistono di diversi tipi più e meno funzionali. L'importanza di un buon sistema di "metering" è evidente soprattutto nei controluci anche non forti o nelle giornate troppo luminose... Da non sottovalutare.

Bracketing
Se supportato permette di scattare diverse foto in rapida successione variano l'esposizione. Ottimo, soprattutto in controluce o in condizioni di luce difficile. La cosa più importante è il numero di foto scattabili al secondo.

Priorità all'otturatore
Possibilità di regolare il tempo di otturazione e variare comunque l'esposizione in automatico

Priorità al diaframma
Possibilità di regolare il diaframma e variare comunque l'esposizione in automatico

Priorità agli ISO
Possibilità di regolare gli iso e variare comunque l'esposizione in automatico

Velocità scatti in successione
Poter scattare una serie di foto in rapidissima successione è davvero utile in diverse situazioni. Alcune macchine impiegano 10 secondi o più per scattare una foto dopo lo scatto precedente, le migliori compatte arrivano a scattare da 1 a 2 foto al secondo la Canon EOS-1D Mark II scatterà fino a 8,5 foto al secondo! Tuttavia per foto realmente veloci (proiettili) è necessario lasciare l'otturatore aperto (posa B) e utilizzare un lampeggiatore stroboscopico professionale. In ogni caso poter scattare foto a ripetizione è utilissimo anche per il bracketing.
Apprezzabile inoltre, ma molto poco diffusa, la possibilità di regolare il tempo di scatto tra una foto e l'altra, o almeno quella di poter comandare la fotocamera dal computer.

Possibilità di registrare brevi filmati
Anche se al momento potrebbe sembrarvi poco utile non dovreste mai sottovalutarla: spesso infatti brevi filmati, rivedibili al computer vi aiuteranno a ricordare i momenti più belli molto meglio delle foto. Inoltre non dimenticate che registrare un breve filmato potrebbe esservi utile anche in molti altri casi per motivi pratici...
Una risoluzione accettabile potrebbe essere 320x240, molto meglio se arrivate a 640x480. Importante la possibilità di scattare filmati la cui lunghezza sia limitata solo dalla capacità della scheda di memoria.

Comando Remoto
Da la possibilità di comandare la macchina a distanza. Se c'è è sempre meglio, ma solitamente funziona a distanze piuttosto limitate, a infrarossi e permette solo di scattare la foto... Insomma se c'è meglio, ma non è indispensabile.

Attacco per treppiedi (o cavalletto)
A mio parere è assolutamente indispensabile per tutte le categorie tranne quella dei principianti, comunque è disponibile quasi in tutte le fotocamere.

Timer Autoscatto
La stragrande maggioranza delle macchine di fascia media lo hanno da 9 o 10 secondi. Alcune ne hanno anche uno da 2 secondi, utile per scattare foto notturne con l'otturatore aperto per tempi lunghi senza muovere il treppiedi. Normalmente si usa un pulsante flessibile che si attacca al grilletto, ma in mancanza di tale pulsante andrà benissimo utilizzare questo stratagemma.

Tipo di memoria
Ne esistono di numerosi formati. Le più diffuse sono le Compact Flash ora disponibili anche in versione II a velocità maggiorata. E' importante usare una scheda da almeno 64 Mb per foto a 2 Mp. Da 128 basterà per 3 o 4 Megapixel, mentre per risoluzioni maggiori si rende necessaria una da 256.
Purtroppo tutte le memorie sono abbastanza costose, soprattutto quando si superano i 128Mb.
Ma serve scattare tutte le foto a 5Mp? Ricordate che a meno che non dobbiate effettuare un ingrandimento quello che conta maggiormente è che il sensore sia a 5 Mp, poi se la foto scattata a 2 sarà comunque molto più nitida di una foto scattata su un sensore da 2 Megapixel.

Tipi di formati supportati
Jpeg, Tiff e Raw sono i più diffusi. È bene che la fotocamera supporti diversi livelli di compressione

Viewfinder
Può essere a LCD o analogico, il secondo caso è accettabile solo in caso la macchina sia una reflex e in ogni caso un buon LCD è a mio parere decisamente consigliabile.

LCD
Quasi sempre nella parte posteriore della macchina fotografica è presente un display lcd. Questi display stanno per essere superati dagli OLED molto più luminosi e contrastati, ma per qualche anno ancora dovremo accontentarci. Valori più che buoni sono 1,8" di diagonale e 120.000 pixel. Il massimo è 2"/2.5" e 230.000 pixel.

Connessione al computer
Quasi tutte le fotocamere supportano unicamente l'usb 1 o 1.1. L'ideale sarebbe supportassero l'usb 2.0 o il firewire a patto ovviamente che anche il vostro computer supporti questi standard.

Batterie ricaricabili
A volte sono fornite in dotazione, in caso contrario vi converrà acquistarle. Vi consiglio le NiMh (nettamente superiori alle NiCd) a 1.800/2.100 mAh. Più sono alti i mAh (milliampere ora) e più foto potrete scattare senza dover ricaricare.

Quali caratteristiche contano veramente?
Innanzitutto va detto che molte caratteristiche non possono essere descritte in una tabella sintetica come quella delle specifiche. Prima di comprare una fotocamera è bene che leggiate il massimo numero di recensioni possibile. Dove cercarle? Potete dare un'occhiata all'articolo Recensioni di macchine fotografiche digitali.

In secondo luogo va detto che le caratteristiche veramente importanti variano a seconda del tipo di utilizzo che intendete farne:

Long Shots:
Se desiderate scattare foto da lontano è indispensabile uno zoom di almeno 6x o più raddoppiabile in caso di necessità con un duplicatore di focale. Lo zoom digitale non conta assolutamente nulla ed è bene evitare di usarlo. Quando parliamo di zoom ci riferiamo sempre allo zoom ottico! Il massimo che potremmo chiedere è un 10x.

La seconda caratteristica importante per le fotografie a grande distanza è il numero di Megapixel: più Mp vengono registrati e più piccolo è il dettaglio che è possibile vedere. Con un sensore da 8 Megapixel otteniamo un'immagine due volte più ingrandita rispetto a un sensore da 2 Megapixel (l'altezza di un oggetto scattata col sensore da 8 Mp raddoppia rispetto a quella da 2 Mp).

Infine un sensore nitido è sempre consigliabile: 5Mp vengono registrati. Ma i pixel definiti come punti capaci di recepire per intero un colore sono solo 1.66 Milioni. Cioè esattamente tre volte di meno del valore dichiarato. Potete immaginare quindi che a seconda delle diverse tecnologie utilizzate ci saranno notevoli differenze che i costruttori si guarderanno bene dal menzionare. Per questo è bene leggere la risoluzione effettiva (che non ha nulla a che vedere con i Megapixel equivalenti o effettivi). Tale valore si può trovare nei siti che si occupano di recensire fotocamere.

Night Shot
Se siete appassionati di foto notturne i parametri fondamentali sono il tempo massimo di otturazione, l'ideale sarebbe la posa B ma già a 8s si inizia a ragionare, la rumorosità del sensore (su molti siti di recensioni è misurata per diversi modelli), la resa cromatica a iso elevati (è necessario procurarsi qualche foto notturna e giudicare coi propri occhi) e il valore massimo di iso supportato (400 è nella norma, 800 è un ottimo valore e 1600 o 3200 sono impareggiabili).

Sport Shot
Molto importante il tempo di otturazione più veloce: 1/1000 di secondo potrebbe non bastare, ma veramente in rarissimi casi. La velocità dell'autofocus e la possibilità di scattare in rapida successione un numero consistente di foto. Anche la possibilità di registrare un filmato potrebbe tornare utile.

Macro
Se vi interessa fotografare insetti o altri oggetti piccolissimi la minima distanza di messa a fuoco diventa importante.

Interni
Se pensate di scattare spesso foto all'interno di abitazioni controllate come se la cava il flash in dotazione e magari che ci sia l'attacco per un flash esterno. Anche il bilanciamento del bianco diventa molto importante.

Esterni
Uno zoom inferiore ai 3 ingrandimenti non è quasi accettabile. Pensate alla difficoltà nel riprendere un dettaglio di una facciata di un palazzo o anche un palazzo da voi distante anche solo poche decine di metri.
Importante anche il grandangolare, allontanarsi da un palazzo è il miglior modo di riprenderlo per intero, ma non sempre è possibile. Un 35mm andrà bene, un 28mm anche meglio.

In Generale
Il numero dei Megapixel e le dimensioni del sensore contano sempre abbastanza. Però passare da 2 a 8 Mp non quadruplica i dettagli. Li raddoppia! Quindi non attribuitegli troppa importanza: da 2 a 3 Mp cambia poco da 3 a 4 quasi niente! Da 4 a 5 proprio nulla... Meglio una fotocamera di marca piuttosto che tanti Mp. Inoltre tanti Megapixel su un sensore piccolo servono veramente poco: spesso significa che la ditta produttrice ha calcato la mano costruendo uno specchietto per allodole...
Per intenderci, tra un 4 Mp da 1/2.7" e un 3 Mp da 1/1.7" sceglierei indubbiamente il secondo!

Il contrasto dinamico è fondamentale, come una corretta esposizione e la possibilità di scattare in bracketing. Lo zoom massimo dovrebbe essere di almeno 3x, i tempi di otturazione e diaframmi regolabili decretano la differenza tra una macchina per principianti e una per fotoamatori.

I parametri importanti non sono finiti, ma dipende molto da cosa è importante per voi ed elencare tutti i possibili casi è inutile in quanto dall'uso che intendete fare della vostra digitale e dal prezzo che siete disposti a spendere è evidente cosa dovete e potete cercare...

Trovare un prezzo di riferimento

Comparatore di prezzi
Esistono diversi siti internet che vi permettono di confrontare all'istante numerose offerte per lo stesso articolo. Se anche non vi interessa acquistare online avete comunque la possibilità di avere un prezzo medio di riferimento quando vi recherete dal vostro negoziante di fiducia.

Uno dei siti più noti tra quelli che offrono questo servizio è kelkoo. Grazie al modulo sottostante potrete svolgere ricerche in kelkoo direttamente nella categoria relativa alla fotografia digitale.


Inserire il nome dell'articolo di cui si vuole visualizzare il prezzo


Si noti che non è il nostro sito a fornire il servizio di confronto dei prezzi: tale servizio è fornito dal sito internet Kelkoo.

Comprare in rete?
Su internet sono disponibili numerosissimi negozi che effettuano consegne a domicilio. Sebbene non sia affatto necessario possedere una carta di credito né tanto meno pagare anticipatamente (quasi sempre è data la possibilità di pagare in contrassegno consegnando i soldi al corriere), inoltre la possibilità, garantita dalla legge italiana, di recedere dall'acquisto (solo se effettuato online) per qualsiasi motivo, senza nemmeno l'obbligo di fornire una motivazione valida è quasi entusiasmante. Inoltre la garanzia di due anni ci tiene al sicuro dai possibili difetti di cui non dovessimo accorgerci immediatamente.

A volte però non è consigliabile effettuare acquisti in rete a causa della scarsa affidabilità di alcune aziende. Inoltre nel caso in cui sia necessario sfruttare la garanzia dovrete rimanere per periodi di tempo parecchio lunghi senza la vostra macchina. Inoltre non va dimenticato che negli acquisti in rete vanno pagate (quasi sempre) le spese di spedizione che incidono sempre per una decina di euro.
Spesso non è facile orientarsi nel web. Per questo motivo riportiamo una lista di alcuni siti molto noti in cui è possibile riporre una certa fiducia e un servizio che permette di ricercare lo stesso articolo presso diversi negozianti.
Negozio Sito Internet Descrizione
Chl www.chl.it
Essedi www.essedi.it Ottima assistenza per i componenti informatici, e negozi distribuiti in diverse città italiane
Fotodigit www.fotodigit.it
Mediaworld www.mediaworld.it Ha diversi punti vendita (dove trovare assistenza) e fornisce (pagando un piccolo supplemento) una garanzia contro il furto e danni di qualsiasi tipo (di breve durata)
MisterPrice www.misterprice.it Completo ma non sempre vantaggioso
E-price www.eprice.it Completo ed economico

include("/web/htdocs/www.hyperreview.com/home/include/footer.php");