prova Yes Man: film

Yes Man

Yes Man
Titolo originale: Yes Man
Produzione: U.S.A.
Durata:
Genere: Commedia
Regia: Peyton Reed
Uscita: 2009-01-09
Attori principali: Jim Carrey, Zooey Deschanel, Terence Stamp, Bradley Cooper, Danny Masterson, Sasha Alexander, Molly Sims, John Michael Higgins, Fionnula Flanagan
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 7.8/10 (6 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Un uomo abituato a dire sempre di no, tanto nel lavoro quanto nella vita privata, conduce una vita abbastanza deprimente. Tutto cambia quando un guru gli insegna a dire di sì. A qualunque proposta..
Recensione:
Carl Allen (Jim Carrey) è un uomo pigro, solitario e sempre col broncio, abituato a dire sempre no. Un giorno, un suo amico lo porta al seminario di uno scrittore famoso, reo di aver pubblicato la dottrina del “dire sempre di sì”. Sforzandosi di trovare il lato positivo della situazione, Carl fa un patto con lo scrittore e decide di dire sempre sì a qualsiasi cosa gli capiti a tiro. Dopo il deludente “The Number 23” Jim Carrey riprende le vesti a lui più congeniali, quelle della commedia (lasciate da diversi anni, ndr). Il plot del film in questione potrebbe essere colpevole di dejavù ai più esperti, poiché dimostra tutta la sua verosimiglianza con “Bugiardo, Bugiardo”. Ciononostante, il regista, Payton Reed, allontana l'ombra di paragone con una tempistica discreta e una regia attenta ai particolari: il risultato è un blockbuster godibile, capace di far sorridere e divertire lo spettatore (e con un Jim Carrey sempre eccezionale, non potrebbe essere da meno) ma che non risparmia gli spunti di riflessione. Payton Reed focalizza la sua attenzione sul sì, evidenziando come i “no” che si ricevano, pesino molto di più di quelli che quasi spontaneamente diamo. Tema attuale è quello delle concessioni di credito da parte delle banche, accusate in America di aver provocato la gravissima crisi economica di cui tanto si parla, per via di troppe concessioni non per amor del “prossimo” quanto per l'aspettativa di una speculazione sull'incapacità degli americani di far fronte agli impegni presi. Anche in “Yes Man” ritroviamo il tema scottante e vergognoso della pubblicità. Se “Never Back Down” aveva posto in bella mostra Youtube e la sua funzione di rendere famoso il bullismo, “Yes Man” fa ancora di meglio, scrivendo apposta uno sketch per la RedBull. Impossibile notare il poco celato tentativo di pubblicizzare la famosa quanto dannosa bevanda: Jim Carrey dimostra iperattività, voglia di fare e correre dopo aver passato la notte in bianco bevendo sei lattine di RedBull. Pubblicità sventagliata quanto poco veritiera, poiché le conseguenze dell'abuso di questa misteriosa bevanda sono nocive all'uomo.
Voto: 7
Paola Priola

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione