prova Il giocatore - recensione trama film

Il giocatore: trama e recensione

Il giocatore
Titolo originale: Rounders
Produzione: Usa
Durata: 120
Genere: Azione
Regia: John Dahl
Uscita: 1999-10-01
Attori principali: Matt Damon, Gretchen Mol, John Turturro, John Malkovich, Edward Norton, Famke Janssen, Martin Landau.
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 7.0/10 (8 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Mike è un ex giocatore di carte che studia legge e vive con la sua ragazza. Improvvisamente un suo vecchio amico, Worm, esce di prigione indebitato fino all'osso. Per aiutarlo, deciderà di rimettersi al tavolo verde.
Recensione:
Mike (Matt Damon) è un ragazzo con un talento nel poker che gli permette di pagarsi gli studi senza lavorare. Tuttavia un giorno, per celebrare il suo sogno di andare a Las Vegas scommette tutti i suoi risparmi contro KGB (John Malkovich). Dopo aver perso 30.000 dollari, decide di chiudere con il poker e di impegnarsi per realizzarsi professionalmente come avvocato. Tuttavia l'uscita di prigione di Worm (Edward Norton) un amico imbroglione pieno di debiti, lo costringerà a tornare sui suoi passi. Il cast è di nomi famosi posti in antitesi fra loro. Da un lato abbiamo Mike, appassionato di poker ma profondamente corretto, dall'altra un pragmatico Edward Norton nei panni di un imbroglione spavaldo terribilmente solo. In tal senso è di chiave ironico polemica la scena in cui, quando Mike sembra vincere in modo onesto grandi somme di denaro, per merito dell'intrusione di Worm, che gioca sporco, finisce col perdere tutto ciò che possedeva. Da lodare l'interpretazione di un Edward Norton emergente che mostra già la sua versatilità nell'adattarsi a qualsiasi ruolo. Non si può dire lo stesso di Matt Damon, un attore dotato di prestazioni discrete ma troppo incapace di plasmarsi al personaggio senza risultare rigido. Mike ricorda moltissimo l'agente dell'Fbi corrotto di The Departed. Con la contrapposizione dei due protagonisti John Dahl lancia il suo messaggio filmico: lealmente ci si può realizzare arrivando a risultati concreti, mentre atteggiamenti imbroglioni possiedono sempre una percentuale di rischio maggiore. Significativa in tal senso è la frase di Worm, dopo essere stati cacciati da un circolo con l'accusa di baro "Barare mi serve per avere un vantaggio sugli altri". Con una discreta regia e la voce narrante di Mike a fare da contorno, Il giocatore permette anche ai disinteressati del gioco d'azzardo di rimanere coinvolti in partite col fiato sospeso, fino al finale dalla moralità provocatoria, giacché Mike, dopo aver smesso di giocare per tanto tempo, riscopre la sua vera natura.
Voto: 7
Paola Priola

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione