prova Alta Fedelt: film

Alta Fedelt

Alta Fedelt
Titolo originale: High Fidelity
Produzione: Usa
Durata: 113
Genere: Commedia
Regia: Stephen Frears
Uscita: 2000-07-07
Attori principali: John Cusack, Jack Black, Lisa Bonet, Joelle Carter, Iben Hjele, Todd Louiso, Lili Taylor, Natasha Gregson Wagner, Catherine Zeta Jones, Tim Robbins
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 3.0/10 (1 voto)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Rob Gordon (John Cusack) ? il proprietario di un negozio di dischi nella periferia londinese. Quando anche la sua ultima storia sembra andare a rotoli Rob fa un'analisi della sua vita e delle sue storie sentimentali fallite, fra continue classifiche e il supporto dei colleghi Barry (Jack Black) e Dick (Todd Louiso)
Recensione:
All'inizio fu Nick Hornby. Il film ? tratto dal suo libro "High Fidelity", che in inglese ? pi? collegabile ad Hi-Fi, sceneggiato dallo stesso Cusack e protagonista indiscusso della pellicola, ? diventato con il tempo un cult per ogni appassionato di musica del mondo. Non solo grazie alla colonna sonora coronata da gruppi e artisti storici quali Marvin Gaye (di cui ? presente un'impressionante versione di Jack Black di "Let's get it on" da brividi multipli), I Velvet Underground, Stevie Wonder, gli Stereolab per continuare con Bob Dylan ed Elvis Costello, ma anche ai dialoghi brillanti e all'attualit? del tema che con ironia e introspezione riesce a toccare l'esperienza di tutti. Il protagonista non ? il classico sfortunato in amore, anzi colleziona molte storie di cui ha ben chiare le radici e i collegamenti musicali, ma non si conosce il motivo per cui finiscano irrimediabilmente male e ancora pi? inspiegabile rimane il motivo per cui la sua top five delle cinque delusioni d'amore, che ancora bruciano, abbiano un epilogo da clich? a rotazione. E cos? il nevrotico Rob riflette sulla sua condizione aiutato, o ostacolato, dai suoi colleghi: un patito di musica storica e poco commerciale, il cantante in perenne cerca di una band Barry e il timido e remissivo Dick che finisce per essere molto pi? equilibrato dei suoi amici esagitati. Il fulcro di tutto il viaggio di Rob ? Laura( Iben Hjele), la sua fidanzata e convivente che stufa del perenne stato adolescenziale del compagno decide di andarsene di casa preferendogli Ivan (un insolito Tim Robbins) il vicino inquietante. L'anno della pellicola ? il 2000 e fa specie (anche se il libro ? del 1995) vedere che ancora si concepiscano le compilation registrate alla vecchia maniera, sui supporti a cassetta, con un solo spazio adesivo che puntualmente si cancellava circa 100 volte, in cerca della colonna sonora giusta da abbinare alla persona giusta, alla situazione o al sentimento che pi? ci condizionava l'esistenza. Sono ancora i tempi in cui il vinile sa farsi ascoltare? In cui chiedere "I just called to say i love you" potrebbe causare un moto di rabbia in un commesso o convincerci ad uscire dalla porta del negozio con 35 dischi di cui ignoravamo l'esistenza, ma fondamentali per la conoscenza dei moderni sound spacciati come novit? assolute? Sicuramente se quello che si cerca ? l'amarcord della discografia questo ? il film giusto. Il lavoro di Cusack nel costruirsi le inquadrature intorno ? stato impeccabile e la presenza di Jack Black indispensabile per rendere tutto divertente e dissacrante. Cammeo interessante ad opera della sorella di John, Joan Cusack, nel ruolo di confidente, ma allo stesso tempo imparziale ascoltatrice e dura accusatrice. Pu? un maniaco della perfezione alfabetica musicale, allergico alla stabilit? e all'impegno, maturare tanto da salvare ci? che gli ? pi? caro? Ai posteR l'ardua sentenza.
Voto: 7
Ambra Zamuner

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione