Conservare le fotografie digitali

Articolo:
Conservare le fotografie digitali


Gik25




Quando c’era la pellicola conservare le foto non era un problema: venivano stampate su carta apposita e duravano decenni senza sbiadirsi. Oggi con l’avvento del digitale il problema sembra essere persino minore: le foto possono essere copiate su hard disk, catalogate e conservate per sempre senza che il tempo possa nuocere alla loro qualità.

Sarebbe bello ma non è affatto così. Cosa succede se si brucia l’hard disk? Evento raro? No niente affatto purtroppo! Ultimamente infatti anche le aziende più serie e conosciute hanno dovuto tagliare moltissimo i costi per via della fortissima concorrenza di prezzo di cui si è reso protagonista il mercato informatico.

Una intera serie di dischi fissi della IBM (una delle ditte più note del settore) ad esempio tendeva a bruciarsi molto facilmente dopo pochi mesi di funzionamento. I dischi sono stati prontamente sostituiti gratuitamente, ma i dati su di essi registrati sono andati persi. Ripristinare i dati da un hard disk rovinato può essere molto difficile o addirittura impossibile e comunque è un’operazione che può arrivare a costare anche diverse migliaia di euro!

Come se non bastasse bastano pochi click accidentali del mouse per cancellare le foto involontariamente, e pochi utenti hanno le competenze tecniche necessarie a recuperare un file cancellato (ma in questo caso basterà portare immediatamente il PC in assistenza, incrociare le dita e prepararsi a sborsare una quarantina di euro).

Copiare i file su due hard disk (sullo stesso computer o su due computer diversi) è facilissimo e veloce, ma non garantisce la sicurezza assoluta. Basta un fulmine, o un forte sbalzo di tensione (con entrambi i computer accesi) per eliminare in un attimo tutte le foto scattate in anni e anni. Inoltre avere due computer o due hard disk è certamente molto più costoso e anche meno sicuro che effettuare un backup periodico dei dati su cd.

Un masterizzatore (l’apparecchio che permette di scrivere sui cd) è ormai compreso insieme a quasi tutti i computer e comunque ha un prezzo davvero irrisorio (si parla di 50€ o meno per le migliori marche) e il prezzo di un cd è di appena 1 euro. Ogni cd contiene centinaia di foto (quanto una scheda da 700 Mb di memoria) ed è piuttosto resistente al passare del tempo. Se scattate moltissime immagini potreste propendere per l’acquisto di un masterizzatore DVD di poco più costoso (90€) e capace di registrare i dati sui DVD (quasi 5000 Mb!).

Seppure indubbiamente più pratici ed economici dei cd (ogni DVD costa 2€ e contiene più di 6 volte il contenuto di un CD) i DVD sono tuttavia leggermente più sensibili ai graffi e quindi si consiglia di eseguire un numero maggiore di copie di sicurezza.

Il fatto di avere una copia delle foto su CD non è affatto una fonte di sicurezza assoluta per le foto. Meglio avere più copie di ogni immagine su diversi CD. Spesso infatti capita che un cd graffiato non sia più leggibile e a volte basta cambiare lettore CD per rendere impossibile l’operazione di lettura. Ciò capita particolarmente spesso con le sottomarche. Princo, Mmore, Verbatim costano meno ma non garantiscono la sicurezza che da un Philips o un TDK (i migliori). Persino i Sony non sono al livello dei TDK e dei Philips.

Personalmente mi è capitato di usare alcuni Mmore per scoprire poi a distanza di due anni che il mio lettore DVD non li legge affatto! Solo il masterizzatore CD li legge ancora perfettamente, ma fra 5 anni come posso essere sicuro che quel masterizzatore funzioni ancora? Molto meglio fare una copia aggiuntiva su CD o DVD di marca.
Vi consiglio inoltre di controllare sempre i supporti in controluce: se sono opachi tutto bene, se sono quasi trasparenti acquistate un'altra marca. Attenzione inoltre perché alcune marche producono più di un modello di CD. Moltissime marche producono i cd sfusi di un tipo e quelli senza custodia di un altro! Lasciate perdere l’acquisto dei più economici se il risparmio è di pochi centesimi e in caso contrario prestate comunque la massima attenzione (guardateli in controluce, usateli solo per dati poco importanti, ecc).
Spesso dati per cui sareste disposti a pagare centinaia di euro sono affidati a supporti da pochi spiccioli, siate oculati nell’acquisto di tali supporti!

La cosa migliore sarebbe comunque di mantenere una copia dei dati anche su uno o più hard disk. In tal modo vi è praticamente la certezza che i dati non subiranno danno alcuno.

include("/web/htdocs/www.hyperreview.com/home/include/footer.php");