Compatta digitale e a pellicola

Articolo:
Compatta digitale e a pellicola


Gik25




Le macchine fotografiche, digitali e non, si dividono essenzialmente in reflex e compatte. Le reflex hanno un complesso sistema di specchi ribaltabili all’interno che permette di vedere esattamente cosa la macchina sta inquadrando attraverso l’obiettivo. Le digitali possono ottenere lo stesso risultato anche senza il sistema di specchi, ma l’immagine viene visualizzata su uno schermo LCD.

Le reflex, sia nel settore digitale che in quello della pellicola, sono indubbiamente migliori e più costose delle compatte, ma la differenza esistente tra le due tipologie di macchine fotografiche è immensa nel settore analogico mentre nel settore digitale è notabile solo dai professionisti o dai fotoamatori evoluti con esigenze particolari.

Una reflex digitale e una analogica hanno una qualità paragonabile e hanno impostazioni simili. Esse permettono di impostare il diaframma più adeguato e il tempo di esposizione, hanno inoltre quasi tutte la messa a fuoco automatica e altre caratteristiche interessanti come la possibilità di usare il flash esterno o scattare in bracketing (tre foto di seguito, una più luminosa e una meno luminosa), o ancora usare filtri esterni (polarizzatore, skylight, ecc) o montare duplicatori e riduttori di focale. Una compatta analogica (a pellicola) non permette nulla di tutto ciò!

Una compatta a pellicola ha a malapena zoom e diaframmi. Spesso i diaframmi sono ridotti in numero (è un po’ come avere meno marce…) e l’ottica di piccole dimensioni è molto scura richiedendo una pellicola ad alata velocità (400 ISO) per scattare foto decenti. Inoltre il tempo di scatto è fisso impedendo foto notturne o sportive. E manca l’attacco per flash, filtri e aggiuntivi. Insomma, per un fotografo amatoriale una simile macchina fotografica è al più un giocattolo di scarsa qualità!

Una compatta digitale è invece di tutt’altro calibro! Sebbene anch’essa abbia dei limiti e che a notarli (e a farli notare) siano in molti, le foto sono in media di ottima qualità. Certo, in condizione limite il risultato potrebbe deludere chi è abituato a una reflex analogica (magari meno costosa della compatta digitale) soprattutto negli interni o ancor più nei panorami notturni, ma la stragrande maggior parte delle foto è perfetta.
Le compatte digitali oltre una certa fascia di prezzo hanno infatti tutte le possibilità offerte dalle reflex a pellicola, anzi molte hanno addirittura più funzioni (bilanciamento del bianco, scelta della sensibilità del sensore, ecc).

Il concetto da ribadire è insomma il seguente: una compatta digitale è mille volte superiore a una compatta a pellicola! Del resto il prezzo delle digitali si aggira intorno ai 300€ mentre le compatte a pellicola partono da un centinaio di euro.

include("/web/htdocs/www.hyperreview.com/home/include/footer.php");