prova Zombi: film

Zombi

Zombi
Titolo originale: Dawn of the dead
Produzione: USA
Durata: 2h
Genere: Horror
Regia: George A. Romero
Uscita: 0000-00-00
Attori principali: David Emge, Ken Foree, Gaylen Rob, David Crawford, Scott Reininger
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 8.6/10 (13 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Il mondo è colpito da un misterioso virus che fa riattivare le cellule dei morti, riportandoli in vita. Chiunque sia morso da uno zombi, diventa a sua volta un morto vivente con tendenze cannibalesche. Due agenti delle forze speciali e una coppia fuggono con un elicottero il più lontano possibile dalla città. Sorvolando l'aperta campagna vedono centinaia di zombi che vagano in cerca di carne umana. Arrivati sul tetto di un centro commerciale abbandonato i quattro ingaggiano una lotta, a tratti ironica e cinica, contro gli zombi che si aggirano al piano terra. Scherzando troppo con gli zombi uno degli assediati è morso e è ucciso dall'amico prima di trasformarsi in un morto vivente. Gli assediati devono affrontare anche una banda di Hell's Angels che scorazzano con le moto giocando al tiro a segno con gli zombi. Mentre i motociclisti tengono a bada gli zombi, i tre superstiti prendono l'elicottero e fuggono da quell'ultima isola incontaminata verso l'ignoto, sorvolando un mondo decaduto.
Recensione:
George A. Romero ci offre una visione completamente nuova del morto vivente in quella trilogia "rivoluzionaria" iniziata con La notte dei morti viventi(1968), continuata con questo Zombie conclusa con Il giorno degli zombi(1986). Nei films di Romero gli zombi non sono il prodotto di un rito woodoo, come vuole la tradizione, ma una conseguenza della sconsideratezza umana. In Zombi, come in La notte dei morti viventieIl giorno degli zombi, l'horror può essere visto come una metafora sociale. Nel film sono toccati i tasti dolenti della società americana (e umana) come la segregazione razziale, le disuguaglianze sociali, l'indifferenza e il cinismo. Alcune scene di Zombi esprimono chiaramente il concept che ha mosso Romero: i tipi che vanno a caccia di zombi come se fosse una scampagnata e i due agenti che sembrano giocare a nascondino con gli zombi nel centro commerciale assediato sono momenti che si contrappongono al radicamento identitario dei portoricani del ghetto che rifiutano di consegnare i loro morti o alla facilità con cui gli agenti sparano ai cadaveri. "Quando all'inferno non ci sarà più posto, i morti cammineranno sulla terra" è la sintesi del film. ConZombi Romero ci dice che l'uomo post-atomico non ha più neanche rispetto per la morte. Il pessimismo/realismo di Romero impregna il film dall'inizio alla fine e a smentire questo non bastano neanche quegli attimi di "spensieratezza nella tragedia" che agli occhi dello spettatore appaiono come puro cinismo e cattivo gusto. Grandi e indimenticabili gli FX del mago Tom Savini che compare anche come Hell's Angel.
Voto:6,0

Dato che ho avuto la sfortuna di vedere la versione italiana di Zombi, cioè la più orrendamente mutilata del pianeta, non posso fare unfocussugli FX. (La versione italiana di Zombiè censurata in tutte le edizioni anche quella in DVD. Purtroppo la censura italiana è molto severa, soprattutto sui film che vengono mandati in tv... a cui mancano spesso moltissime scene)
Voto: 6,0
Stefaan-OI

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione