prova The Eye: film

The Eye

The Eye
Titolo originale: The Eye
Produzione: U.S.A.
Durata: 120
Genere: Drammatico, Horror, Thriller
Regia: David Moreau, Xavier Palud
Uscita: 2008-04-04
Attori principali: Jessica Alba, Parker Posey, Alessandro Nivola, Rade Serbedzija, Rachel Ticotin, Chloe Moretz, Fran?ois Chau
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 6.8/10 (27 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Sidney, cieca dall'età di cinque anni, si sottopone a un trapianto di cornea per riacquistare la vista. Dopo l'operazione comincerà a vedere cose anomale e ad avere le stesse spaventose esperienze della donatrice.
Recensione:
Quanti altri film orrorifici asiatici dovranno sottoporsi all' "operazione" commerciale hollywoodiana? Le ultime vittime (se così vogliamo definirli ) sono i fratelli Pang, creatori della trilogia di "The eye", attualmente impegnati a dirigere "Bangkok Dangerous" ,con Nicholas Cage, remake della loro omonima pellicola del '99 (Oxide Pang ha gia diretto "The messengers", uscito l'estate scorsa al cinema). La regia del "The eye" made in USA è stata affidata ai francesi David Moreau e Xavier Palud che hanno esordito alla regia nel 2006 con "Them", thriller ricco di difetti ma non privo di pregi. Ad eccezione del "The ring" di Verbinski, i rifacimenti delle pellicole horror asiatiche sono state accolte tutte sempre dalle stesse critiche, anche quelle dirette dai registi "originali", come Takashi Shimizu per "The grudge", o Hideo Nakata per il secondo episodio di "The ring". Qui il prodotto non dimostra diverse e migliori qualità, risultando una copia con carta carbone del lavoro dei Pang. Troviamo poche invenzioni personali, una maniacale aderenza alla regia e alla sceneggiatura originali, fotografia cupa e inoltre tutto sembra decontestualizzato: alcune figure (come gli spiriti che annunciano la morte e guidano le anime nell'aldilà) sembrano strappati dalla cultura asiatica e trasportati prepotentemente in quella occidentale, ridicolizzati. Jessica Alba risulta abbastanza convincente e va premiata dopo tutto l'impegno che ha messo ad imparare a suonare il violino (entro sei mesi doveva saper eseguire alla perfezione Bach e Mozart). I due registi sanno comunque come intrattenere il pubblico ma non riescono sempre a creare la suspence adatta o a terrorizzare il pubblico e alcune scene rimandano troppo a "Il sesto senso" di M. Night Shyamalan.
Voto: 6
Riccardo Balzano

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione