prova Soli nel buio: film

Soli nel buio

Soli nel buio
Titolo originale: Alone in the dark
Produzione: Usa
Durata:
Genere: Horror
Regia: Jack Sholder
Uscita: 0000-00-00
Attori principali: Donald Pleasence, Jack Palance, Martin Landau, Deborah Hedwall
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 5.0/10 (4 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Quattro psicopatici prendono di mira un dr. che è stato chiamato dal direttore (interpretato da Donald Pleasence) di un manicomio criminale a sostituire un altro medico scomparso da poco. Secondo loro il nuovo arrivato è responsabile della morte del predecessore a cui erano particolarmente affezionati. Una notte, durante un "black out"che colpisce tutta la città, i 4 “viaggiatori”, come sono clinicamente definiti, fuggono dall’istituto e si dirigono verso la casa del dr. Nell’attesa uccidono la "baby sitter"e il suo ragazzo, dato che il medico è rimasto bloccato in città. Tornato a casa, lui e la sua famiglia sono assediati per tutta la notte dai maniaci; uno di questi, fingendosi un amico della sorella del medico, è all’interno della casa. Dopo una serie di uccisioni piuttosto brutali, il dr. riesce a convincere il capo dei 4 che il giovane medico, a cui erano legati, è ancora vivo, salvando sé stesso e la famiglia. Il film si conclude con il più vecchio dei 4 mattacchioni che finisce in un pub alquanto “alternativo”.
Recensione:
A volte succede che in una calda domenica di luglio si entri in un negozio FNAC e si veda nell’ultimo scaffale della sezione home video un film di cui si era perso addirittura il ricordo. Così ci si spreme un po’ le meningi, già rinfrescate da un’aria iper-condizionata, e si dice: “Ah sì, bello questo!”. Poi si torna a casa, si spinge la cassetta a forza nel video-registratore e ci si butta sulla poltrona con una birra in mano. Ma dopo 10 minuti una domanda infesta la mente: “Perché non ho impegnato € 7,60 in qualcos’altro?”.


Che dire gente? Certamente "Soli nel buio"non è il peggiore film che ho visto, ma non lo consiglierei comunque"(tra i films che ho visto, l’oscar dell’abominio va a "The jar"(1984) di Bruce Toscano, un’autentica cagata su celluloide. Pensate che una decina d’anni fa, quando l’ho noleggiato, il nastro della cassetta era così perfetto che mi sono meravigliato. Dopo 5 minuti invece ho capito di essere stato l’unico fesso a noleggiare una tale schifezza. N. di r.)".

In "Soli nel buio"i personaggi sono goffi e impacciati, i dialoghi spenti e incostanti e i colpi di scena banali e prevedibili. L’estetica, il ritmo e i colori sono quelli dei primi anni 80, ma ciò non salva il film che di per sé è banale anche per quel periodo. Ci sono varie citazioni da "Venerdì 13"(1980) di Sean S. Cunningham e da "Halloween"(1978) di John Carpenter. P.e. le scene nella casa assediata dai maniaci rievocano lo scenario in cui si muove un Michael Myers stanco e distratto. Anche la scena esterna in cui il poliziotto è inchiodato a un albero da una freccia uscita dal buio richiama un Jason Voorhees svogliato e di cui non si sente la presenza. Sono discrete invece le scene degli omicidi che nella loro mediocrità contengono vari riferimenti/ringraziamenti carpenteriani. A poco serve la presenza di Donald Pleasence che qui risulta a tratti ridicolo e a tratti tragi-comico. Eh già, siamo molto lontani dal personaggio anti-Myers carpenteriano!
Voto: 3,0
STEFAAN-OI

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione