prova Settimo Cielo: film

Settimo Cielo

Settimo Cielo
Titolo originale: Settimo Cielo
Produzione: Germania
Durata: 98'
Genere: Drammatico
Regia: Andreas Dresen
Uscita: 2009-05-29
Attori principali: Ursula Werner, Horst Rehberg, Horst Westphal, Steffi K?hnert
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 5.5/10 (2 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Inge ha poco più di sessant'anni. Lavora in casa realizzando piccoli lavori di sartoria. È sposata da trenta anni con Werner, un uomo generoso e silenzioso. I due si amano, di un amore sincero, onesto e pieno di tenerezza che forse però, con la quotidianità, ha perso lo smalto della freschezza e della novità.
Quando Inge conosce per lavoro il settantaseienne Karl, un uomo dolce, vitale e appassionato della vita, viene colta da un’attrazione fisica che da travolgente diviene incontrollabile. Dopo pochi e timidi tentativi di resistenza, e con non pochi sensi di colpa nei confronti del marito, la donna si lascia andare e vive fino in fondo questa passione impetuosa con Karl.
Recensione:
Il Settimo Cielo è la sensazione di estrema felicità ed eccitazione che raggiunge Inge nel momento in cui si lascia andare alla passione amorosa erotica con Karl. Il giovane regista Andreas Dresen affronta il tema dell'amore fisico tra persone anziane con un linguaggio cinematografico estremamente realistico ed essenziale e con una bellissima fotografia rarefatta e crepuscolare. La pellicola è per questo sicuramente coraggiosa. La rappresentazione della vita sessuale dell'uomo e della donna in età matura, nella cosiddetta “terza età”, raramente è stata affrontata a livello dell’arte visiva in modo così esplicito. L’opera di Dresen è priva dei consolidati e fastidiosi tabù che la nostra società impone nei confronti di questo argomento. Dalla pubblicità alla fotografia, dal cinema alla televisione viene sempre più mostrata una realtà infarcita di sesso, erotismo, provocazione. Eppure si rappresentano gli anziani come esseri puri, casti, indifferenti all'amore fisico, e così li si vuole. E' questa la menzogna che Dresden in qualche modo sfida, demolendo ogni ipocrisia, con una rappresentazione molto diretta e disarmante, talvolta impietosa, dell'amore fisico tra i protagonisti, Non per questo Settimo Cielo rinuncia alla tenerezza, alla delicatezza di cui ogni passione in qualche modo si nutre e offre tra l'altro un epilogo che potrebbe essere quello di una qualsiasi storia d'amore, di qualsiasi età. Ciò che a mio avviso manca in questa sfida, in questa coraggiosa pellicola è il pathos, la densità emotiva nei dialoghi, che spesso restano troppo freddi, e quella “partecipazione del cuore” che fa sì che un film esca dallo schermo e ti entri nell'anima, oltre che nella coscenza. Questo ovviamente non toglie che il film sia molto interessante e meriti una visione.
Voto: 7
Stefania Muzio

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione