prova Questione di cuore: film

Questione di cuore

Questione di cuore
Titolo originale: Questione di cuore
Produzione: Italia
Durata: 102'
Genere: Drammatico
Regia: Francesca Archibugi
Uscita: 2009-04-17
Attori principali: Kim Rossi Stuart, Antonio Albanese, Micaela Ramazzotti, Paolo Villaggio, Francesca Inaudi, Francesca Antonelli, Chiara Noschese, Nelsi Xhemalaj, Carlo Verdone
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 7.0/10 (1 voto)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Alberto (interpretato da A. Albanese), sceneggiatore, ha una vita disordinata e complessa, una relazione sentimentale allo sfascio e una vita professionale sempre in bilico.
A rimetterlo in gioco, paradossalmente, è un infarto che gli stringe il cuore e lo mette di fronte alla necessità di scegliere.
Durante la degenza in ospedale fa amicizia con il suo compagno di stanza, Angelo (interpretato da kim Rossi Stuart), un carrozziere anch’egli colpito da un infarto. E quando i due escono dalla riabilitazione, decidono di darsi sostegno a vicenda. Al punto che Alberto si trasferisce per un periodo a vivere dall'amico. Una decisione che si rivelerà gravida di conseguenze sia per Alberto che per Angelo
Recensione:
Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Umberto Contarello, autore di numerosi copioni, tra i quali Vesna Va Veloce e la Stella Che Non C’è. La Archibugi affronta con occhi sensibili il rapporto tra due uomini profondamente diversi in un contesto difficile e drammatico come quello della malattia. Angelo e Alberto entrambi con una malformazione cardiaca si trovano vicini in un letto d’ospedale a seguito di un infarto. Sono due uomini che altrove non avrebbero mai avuto l'occasione e l'opportunità di accorgersi l'uno dell'altro. La vicinanza di letto e l'incognita scaturita dall'improvviso infarto, li unirà in un'amicizia sincera e reale ma molto singolare data la diversità dei due individui. Il film è infatti proprio la storia della nascita di un'amicizia maschile in circostanze inconsuete e la sua originalità sta proprio nel fatto che essa viene analizzata da occhi femminili, dotati di grande sensibilità. Alternando toni da commedia ad alcuni decisamente drammatici, la Archibugi dirige un buon film, che sebbene un po’ troppo sopravvalutato dalla critica è un film emozionate e equilibrato. Evita infatti la solita retorica e il buonismo falso di molti film destinati al grande pubblico. Certo è che il film pur sfruttando una storia usata molte, forse troppe volte, commuove per il suo realismo e per l’interpretazione molto efficace di kim Rossi Stuart e di Antonio Albanese.
Voto: 7
Stefania Muzio

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione