prova Moulin Rouge: film

Moulin Rouge

Moulin Rouge
Titolo originale: Moulin Rouge!
Produzione:
Durata: 2h e 08'
Genere: Musicale
Regia: Baz Luhrmann
Uscita: 2001-09-28
Attori principali: Nicole Kidman (Satine), Ewan McGregor (Christian)
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 0.0/10 (0 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
iamo a Parigi, nel 1900, Christian lascia il padre e
si unisce a un gruppo di commedianti bohemien. Gli viene
chiesto di scrivere una commedia da
recitare al Moulin Rouge, teatro-bordello dove lavora la
bella Satine. Christian si innamora di Satine, che era
stata promessa al duca di Worchester. Satine ricambierà il
suo amore ma…
Recensione:
Moulin Rouge è un film strano, si odia o si ama. Molti si stupiranno che il voto sia così basso, molti altri che il voto sia troppo basso: ma come ben sapete rivesto poca fiducia nel voto in quanto a capacità di riassumere la bellezza di un film.

Ho letto i giudizi piì diversi su “Moulin Rouge”. Ma non mi sono ritrovato in nessuno di essi, molti entusiastici, molti insoddisfatti, ma nessuno mi ha soddisfatto. È comprensibile che un film così particolare desti reazioni molto diverse, del resto non tutti amano il genere musicale. Io non sapevo nemmeno che fosse un musical quando ho iniziato a vederlo... e ne sono rimasto inizialmente deluso, come chi legga un libro aspettandosi di trovare un opera in prosa e trovi una poesia.

Il film è un musical nel complesso piuttosto bizzarro, dove un geniale Marius De Vries combina insieme musiche antiche e moderne, producendo come risultato un’atmosfera elettrizzante. Il film è una storia d’amore, la lotta dell’amore contro la povertà, che piacerà certamente agli amanti dei musical e dei film strani, per intenderci piacerà sicuramente a chi è piaciuto “Il fantastico mondo di Amelie”, ma non solo: Non è un musical standard, è piì carino, con diverse parti in prosa. Ed è molto ben fatto: divertente e carico di messaggi e significati al tempo stesso.

In questo film non sono solo i contenuti a colpirci, ma anche le forme: la scelta degli attori è stata impeccabile, non solo per la loro bravura, ma soprattutto per le capacità comunicative dei loro volti. E che dire dei balli e delle musiche? Nicole Kidman è straordinaria nel ruolo di Satine. Estupisce tutti spogliandosi della solita maschera altezzosa per vestire i panni di una fragile prostituta. È lei che dà vita al film, anche se un po’ troppo melodrammatica in alcuni passaggi (quando scoppia in lacrime dopo aver rifiutato il conte).

Senz’altro un ottimo musical, validi attori, belle musiche e originali le inquadrature, come film parte un po’ maluccio ma migliora sempre piì e nel finale, stupendo, ci si rende conto che il film ci è piaciuto, e che nonostante tutto è stato veramente bello. Finale veramente triste, con lei che muore e la frase: “usa il tuo talento per salvarlo, feriscilo, feriscilo per salvarlo. Lo spettacolo deve andare avanti, noi siamo gente di malaffare non possiamo permetterci l’amore” con in sottofondo “Show Must go on” dei Queen.

Ma la domanda è: il film avrebbe potuto essere migliore?
L’inizio mi ha deluso, e anche la parte centrale brilla poco per i contenuti, è una storia scontata, senza originalità. Il finale drammatico è nettamente superiore al resto del film, che è un po’ troppo commedia. È tutto su un piano comico, che non rende giustizia al messaggio del film.
Desiderio, passione, sospetto, gelosia, rabbia e tradimento: avrebbe potuto ambire ad essere una tragedia di Shakespeare, intrisa fino all’orlo di drammaticità, ma non regge nemmeno lontanamente il confronto con le opere del grande scrittore. E lo fa per libera scelta del regista: solo il finale abbandona quell’atmosfera scherzosa e frivola che accompagna tutto il film. Un’opera in “prosa” avrebbe, a mio modesto parere, essere piì profondo o almeno comunicarsi al pubblico con maggiore efficacia. Ma avrebbe dovuto rinunciare ai balli, alle musiche, e all’atmosfera bohemien tanto cara al regista.

Insomma il contenuto è superbo, e avrebbe potuto ambire a mete piì alte, la “forma” è frizzante e degna dei migliori musical, ma il film ha due grandi difetti: quello di essere un musical, cioè un genere che piace a poche persone, e quello di essere fin troppo allegro, cioè troppo commedia.
Ergo a molti piacerà e a molti no. Concludendo non posso essere io a consigliarvelo o meno: dipende dai vostri gusti. Posso solo dirvi che è comunque molto ben fatto!
Voto: 7,0
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione