prova La leggenda degli uomini straordinari: film

La leggenda degli uomini straordinari

La leggenda degli uomini straordinari
Titolo originale: The league of extraordinary gentlemen
Produzione: Usa/Germania
Durata: 110
Genere: Azione/Fantastico
Regia: Stephen Norrington
Uscita: 2003-10-10
Attori principali: Sean Connery, Stuart Townsend, Peta Wilson, Shane West, Jason Flemyng, Naseeruddin Shah, Richard Roxburgh, David Hemmings
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 8.3/10 (35 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Una mente misteriosa che si cela dietro gli assalti in varie nazione dell’Europa. Il suo scopo? Spingere il mondo verso una guerra mondiale. È l’anno 1899 e un agente segreto britannico si occupa di reclutare un gruppo di uomini dai poteri straordinari per combattere questo nemico. . Il gruppo, capeggiato dal leggendario avventuriero Quatermain comprende il capitano Nemo, l'uomo invisibile, il Dottor Jekyll (alias Mr. Hyde), Mina Harker e Dorian Gray.
Recensione:
Un film discreto che però appartiene a un genere tuttosuo e che per questo potrebbe non piacere, e che deluderàgli amanti dei romanzi per lo stravolgimento deipersonaggi effettuato. Il registaStephen Norrington (Blade)avrebbe potuto fare di meglio, ma prima di iniziare larecensione sono necessarie due premesse: la prima è che ilfilm non è molto adatto a un pubblico di giovane età(inferiore ai 14 anni) a causa della crudezza di alcunesequenze, in particolare ad esempio quelle che riguardanola trasformazione di Mister Hyde (che viene rappresentatocome una sorta di scimmione deforme dall’aspettorivoltante).

Il film inoltre è tutto fuorché realistico. Per latipologia di film, che potremmo definire “Fantasy” questosolitamente non è un problema, anche se qui le forzaturesono un po’ troppo evidenti. Inoltre oltre alle leggidella fisica (e della logica), sono stravolti anche iromanzi da cui sono tratti i protagonisti del film. MrHyde è una specie di Hulk (ho letto il romanzo diStevenson e vi posso assicurare che “Mister” Hyde è cosaben diversa dal personaggio di questo film). Idem per MinaHarker (è la sua amica Lucy a divenire una vampira nonlei) e per il fatto che i vampiri non sopportano la lucedel sole, inoltre Dorian Gray muore quando pugnala ilritratto e non quando lo vede...
Quelli che non sopportano i film irreali sono avvertiti…

Detto questo possiamo passare al film in se. Il cast è piùche buono con uno Sean Connery dalla voce diversa daquella a cui eravamo abituati (è cambiato il doppiatore),ma che comunque non delude. La regia purtroppo non èperfetta, si attesta su un livello accettabile, con buoneinquadrature (che scorrono veloci in ambienti angusti finoa ostentare bombe nascoste o cose simili) e il film è nonè quasi mai noioso, presenta persino qualche colpetto discena. Purtroppo però tensione e suspense sonoinesistenti, e nonostante la durata (quasi due ore) ilfilm appare brevissimo. Colpa dell’eccessive linearitàdella trama e al ridotto numero di “eventi” che siverificano.
Le atmosfere della Londra novecentesca sono a mio parereun po’ troppo solari, idem per Venezia. Stupenda invece laricostruzione del Nautilus (il sottomarino di Nemo). Ilregista non si sofferma abbastanza sul far notare che gliuomini straordinari (gli eroi) sono stati quasi tuttiassassini violenti e feroci (si pensi ad esempio a Mr Hyde).

I dialoghi, quasi inesistenti, non sono certo il pezzoforte del film. Mentre la caratterizzazione dei personaggiè curiosa e intrigante, anche se stravolge spesso iromanzi da cui tali personaggi sono presi. Inoltre mentrein X-Men i superpoteri erano caratterizzati in modo moltomigliore.
In ogni caso il continuo omaggio a questi personaggi dellaletteratura fantastica è una delle cose che ho piùapprezzato del film: si va dal Dottor Jekill alias MisterHyde a Dorian Gray (il protagonista del romanzo di OscarWilde). Dal celebre nemico di Sherlock Holmes (il dottorMortimer) al capitano Nemo di “20.000 leghe sotto i mari”di Julius Verne, senza contare Mina Harker, la moglie diJonathan Arker, nel romanzo “Dracula” di Bram Stoker.

Carina l’idea di ambientare la storia a cavallo tra duesecoli e di mostrare un primo assaggio dellostravolgimento bellico che sarebbe seguito pochi annidopo. Carri armati, sottomarini, auto, missili, mitra,ecc. danno un’idea concreta della rivoluzione che investìquegli anni…

Gli effetti speciali, sebbene molto affascinanti, sonoalcune volte realizzati con poca cura. A essere piùprecisi non tanto gli effetti speciali in se, quanto lesequenze realizzate in computer graphic che vengonoritenute meno importante. La stonatura però saltaall’occhio in ogni caso (ad es. le riprese della partesubaquea di Venezia).

Insomma tirando le somme “la leggenda degli uoministraordinari” è un film discreto, con diverse pecche, chene pregiudicano in parte il giudizio. Difetti piccoli matangibili, che lasciano il film quasi incompleto. La regiain particolare avrebbe potuto essere migliore e l’effettosi nota.
Il film inoltre dà l’impressione di essere corto, troppocorto. Del resto l’argomento trattato lascia aperta lastrada per un sequel. In ogni caso dubito che il filmarriverà mai a confrontarsi con capolavori del genere come“Il signore degli anelli”.

In conclusione, andatelo a vedere al cinema se sieteappassionati del genere fantasy, altrimenti affittatelo inDvd o Videocassetta.
Voto: 7,0
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione