prova L'Acchiappasogni: film

L'Acchiappasogni

L'Acchiappasogni
Titolo originale: Dreamcatcher
Produzione: Usa/Canada
Durata: 134
Genere: Fantascienza/Horror
Regia: Lawrence Kasdan
Uscita: 2003-04-11
Attori principali: Morgan Freeman, Thomas Jane, Jason Lee, Damian Lewis, Timothy Olyphant, Tom Sizemore, Donnie Wahlberg
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 6.4/10 (40 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Un gruppo di amici dotati di poteri telepatici (capaci cioè di leggere il pensiero) si recano in montagna per una battuta di caccia. Mentre due di loro si recano in paese gli altri due incontreranno un uomo gravemente ferito…
Recensione:
Come tutti i film tratti da romanzi di Stephen King anche "L'acchiappasogni" è insolito e imprevedibile, inoltre è anche intrigante, e mi ha incuriosito sin dal primo momento. Il film è infatti molto originale e imprevedibile, i colpi di scena sono numerosi e non riguardano solo il finale: prima ancora della fine del primo tempo il film è passato da un genere all'altro. Esatto, avete capito bene il film è uno di quelli che si classificano con difficoltà in un genere preciso poiché spaziano su più argomenti appartenenti a generi anche diversi. Non vi dico di più su questo argomento perché vi rovinerei la sorpresa, tuttavia il film inizia mostrando quattro amici che hanno un dono particolare: leggono il pensiero della gente…

Il film è diretto molto bene e il primo tempo è assolutamente spettacolare e imperdibile per gli appassionati di fantascienza. In effetti questo film, dalle atmosfere misteriose e imperscrutabili ma quasi mai notturne, tipiche di molti film di Stephen King è più un film di fantascienza che un vero e proprio horror. Sebbene ci siano alcune morti violente e sanguinose è veramente difficile affermare che tali scene incutano terrore allo spettatore…

Il film è nettamente diviso in due parti, entrambe di buon livello, entrambe piene di suspense e ben dirette. La prima parte che coincide grossomodo con il primo tempo è qualcosa di unico per originalità. La seconda è invece più banale, scontata e in fin dei conti prevedibile. Se il film è di fatto coinvolgente fino all'ultimo momento è solo grazie ad un'ottima regia, capace di dirigere il tutto in maniera impeccabile. Il cast recita bene e ha al suo interno alcuni elementi veramente eccezionali come il bravissimo e impareggiabile Morgan Freeman.

Insomma il film è molto bello e abbastanza ben strutturato. Abbastanza perché alcune "trovate", come ad esempio quella di organizzare la mente del protagonista come un archivio, sono abbastanza discutibili. Inoltre ad un'analisi approfondita il film mostra numerosissimi punti deboli, soprattutto nel secondo tempo. In altre parole il regista gioca tutte le sue carte all'inizio e quando si tratta di sostenere la costruzione che ha creato fatica moltissimo.
Una volta completata la visione potreste accorgervi che il film non era così bello come vi è apparso a primo impatto. Altri potrebbero venir disgustati da alcune scene horror leggermente forti (rispetto a un film di fantascienza… rispetto a un horror medio fanno sorridere), altri ancora si lamenteranno che il film è inferiore al romanzo (questo del resto è ovvio: non ci sono film che riescano a rendere le emozioni che ci suscita la lettura di un romanzo). Infine qualcuno si lamenterà che la storia è inconsistente e/o inconcludente (non del tutto a torto). Per questo motivo preferisco avvertirvi con chiarezza: se NON vi piacciono i film di fantascienza NON guardate "L'acchiappasogni"!

Se al contrario è il vostro genere preferito, allora dovete assolutamente vederlo, tanto più se vi piacciono colpi di scena, film horror e cambiamenti di genere durante il film (alla "Vanilla Sky" per capirici).
Voto:8,0

Aggiunta alla recensione (SVELA UNA PICCOLA PARTE DEL FINALE)

Se ancora non sapete se valga la pena o meno di vedere questo film sarà meglio che vi sveli di cosa parla il film realmente e qual è il suo principale punto debole.

Vi ho già accennato che il film cambia genere. Effettivamente è proprio così: dopo circa un’ora il film inizia a parlare di una strana malattia che costringe i militari a mettere in quarantena una vasta zona di montagna, tale malattia si rivela presto essere di origine aliena. Ben presto il film cambierà ancora con alieni tangibili (alla alien, con tanto di “vermi” che spuntano fuori dallo stomaco).

Insomma si passa dalla telepatia a malattie misteriose (sembra la bella copia di “Cabin Fever”) per arrivare infine ad alieni veri e propri (alla “Alien”/”Indipendence Day”).

L’errore più grande è quello di calcare troppo la mano con la storia degli alieni, trasformando il film in una sorta di Indipendence Day. A mio parere sarebbe bastato il dramma della comunità montana, senza dover mettere in pericolo addirittura il mondo intero, anche perché così facendo il film diventa solo uno dei mille film sugli alieni invasori… Comunque il primo tempo è veramente sensazionale e sarebbe un errore non vederlo.
Voto: 8,0
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione