prova Il petroliere: film

Il petroliere

Il petroliere
Titolo originale: There will be blood
Produzione: U.S.A.
Durata: 158'
Genere: Drammatico
Regia: Paul Thomas Anderson
Uscita: 2008-02-15
Attori principali: Daniel Day-Lewis, Barry Del Sherman, Russell Harvard, Paul F. Tompkins, Kevin Breznahan, Jim Meskimen, Paul Dano, Kevin O'Connor, Ciar?n Hinds, Dillon Freasier,
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 9.8/10 (4 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
1898.Daniel Planview (Daniel Day Lewis) è un cercatore di petrolio con grandi ambizioni. Alla morte di un suo compagno di lavoro adotta il figlio dell'uomo che diventerà la chiave del suo successo. Quando un enorme possibilità di guadagno lo attrarrà in una piccola cittadina del Texas, Little Boston, dovrà avere a che fare con la comunità locale e con i fantasmi del suo passato.
Recensione:
Il talento di Paul Thomas Anderson e la straordinaria capacità che possiede nel rappresentare film corali sono ormai fatti noti, ma nessuna storia, come quella a cui alla base c'è un turbine di affetto, vendetta e opportunismo, può essere più di successo. E' il caso di "There Will Be Blood" in cui il "Petroliere" Lewis con sacrificio, tenacia, astuzia (nel portare il figlio ovunque per impietosire il prossimo) e talento cerca di costruirsi un futuro comprando acri di terreno per trivellare. La storia vera ha inizio a Little Boston, paesino sperduto in quel del Texas con degli abitanti particolari e tutt'altro che sereni, come lo stupendo e sconfinato paesaggio intorno sembrano prospettare. Il debito più alto e il fastidio più grande con cui avrà a che fare il cinico protagonista sarà la sempiterna chiesa, che attraverso il suo provetto santone feticcio Eli Sunday sarà la spina nel fianco nonché il nemico più corrotto e pressante che potesse trovare. Tra improbabili familiari, rapporti padre-figlio ridotti a mera necessità per nutrire l'ego e l'elevazione personale, fame di successo e invidie nella seconda parte della pellicola ci si ritrova a sorridere, mentre un uomo è costretto a battezzarsi per avere un quadrato di terra, quando le omelie in chiesa si fanno grottesche e degne di un predicatore televisivo, addirittura nelle scene di violenza non si può fare a meno di parteggiare per il classico cercatore che si è fatto da se, e che con intelligenza merita una ricompensa. L'odio verso le persone però svuoterà completamente l'animo, pur sempre umano di Daniel Planview, togliendogli forse la cosa più importante che avesse mai avuto, lasciando una vittoria tanto agognata quanto amara. Supportata da piani sequenza tipici del cinema del Nostro, la grandezza della pellicola è davvero innegabile, la colonna sonora composta a sorpresa da un signore di nome Jonny Greenwood, chitarrista solista dei Radiohead, ma musicista completo e attento prestato questa volta al ventesimo secolo e meritatissimo orso d'argento a Berlino, si fa strada lenta e inesorabile, tra suoni quasi “nativi” di percussioni e rumori disturbanti a sottolineare le scene di tensione. Progetto dotato di forza e lacrime, di risate e ferocia, ogni elemento sembra essere presente, forse disturbato leggermente da una prosaicità ormai riproposta spesso da Anderson e poco necessaria. Due ore e mezzo di thriller non sono due ore e mezzo di saga familiare, dove il sangue è ciò che unisce, che conforta, che serve, ma che scorre lento. D’altraparte si comprende che sono gli attori, oltre alla sceneggiatura, a sostenere il film, magistralmente interpretato da Daniel Day-Lewis attore feticcio di Scorsese, e non a caso, con un meritatissimo Golden Globe in tasca e un Oscar a un passo. Convincente anche il suo opposto, il predicatore profeta interpretato da Paul Dano, divertente e inquietante al limite della sopportazione, ma vero mattatore di un circo noto, che riporta la fede ad una questione di interessi, in un’epoca non così lontana dalla nostra. Il film merita tutto questo clamore? La risposta è sì. Bisogna lasciarsi coinvolgere dalla sete di oro e di sangue. Che la corsa alla ricchezza abbia inizio.
Voto: 8,5
Ambra Zamuner

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione