prova Il Demone sotto la Pioggia: film

Il Demone sotto la Pioggia

Il Demone sotto la Pioggia
Titolo originale: Shivers: They came from within
Produzione: Usa
Durata:
Genere: Horror
Regia: David Cronenberg
Uscita: 0000-00-00
Attori principali: Paul Hampton, Joe Silver, Susan Perrie, Lynn Lowry, Barbara Steele
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 5.0/10 (4 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
In un moderno e lussuoso centro residenziale chiamato Arca di Noé si aggira uno strano parassita che trasforma gli abitanti in ninfomani e sessuomani con tendenze omicide. Questo parassita, che si trasmette per via sessuale, è opera di un medico che l’ha creato per sostituire gli organi umani difettosi. Il contagio si diffonde sempre più, mentre un dr. fa il possibile per sopravvivere, ma alla fine anche lui sarà contaminato. Il film finisce con i residenti infetti che si avviano a infettare anche la città.
Recensione:
Il demone sotto la pelle è il debutto di Cronenberg nell’horror e come in tutti i suoi films il “mostruoso” non viene da un’altra dimensione, bensì dall’uomo. In questo caso il protagonista è un parassita che cresce nel corpo umano, trasformando lo sfortunato ospitante in un maniaco affamato di sesso e sangue. Ma la contaminazione non rimane circoscritta al centro residenziale; anzi, il regista canadese gli procura una valvola di sfogo sul “collettivo”, sul “sociale” (un tema che sarà ripreso e ampliamente trattato in Rabid: Sete di sangue(1976)). L’attenzione di Cronenberg per il “sociale” (che ricorre in tutti i suoi films) è evidente fin dall’inizio, quando il narratore descrive l’Arca di Noé come un’isola lontana dalla corruzione della città, dall’inquinamento e dalla violenza urbana. Mentre scorrono le immagini del centro residenziale, sembra quasi di sentire il regista che, mettendoci in guardia, ci suggerisce che tutto sommato anche questo Eden è stato creato da quegli stessi uomini “fuggiti” dalla “contaminazione urbana”; quindi non aspettatevi niente di meglio. Nell’Arca di Noé si può anche intravedere quel desiderio di “decontaminazione” morale e sociale che proprio negli USA degli anni 70 portò alla fondazione di comunità “puriste” (come il C.S.A. (1971) di James Ellison o l’Elohim City(1973) di Robert Millar) che vedevano nella vita urbana il degrado dei valori umani tradizionali.

Rosso sangue a parte il fatto che qui il sangue è arancione (che dipenda dalla pellicola sbiadita?) e un il parassita-clandestino che si aggira per gli appartamenti, dopo essere stato vomitato fuori da un tipo, c’è solo una scena gore in cui il parassita, uscito dallo stomaco dell’ospitante, si avventa sulla faccia di un medico e la divora.
Voto: 6,0
STEFAAN-OI

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione