prova Gangs of New York: film

Gangs of New York

Gangs of New York
Titolo originale: The Gangs of New York
Produzione: Usa
Durata: 2h e 40'
Genere: Drammatico
Regia: Martin Scorsese
Uscita: 2003-01-24
Attori principali: Leonardo DiCaprio, Cameron Diaz, John C. Reilly, Jim Broadbent
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 7.1/10 (15 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Verso la metà del 1800 due gang newyorchesi si scontrano all’ultimo sangue per il territorio. Sono immigranti irlandesi e italiani e a vincere saranno i primi. Venti anni dopo il figlio del capo della fazione sconfitta tenterà di vendicarsi…
Recensione:
Sinceramente mi aspettavo molto di più da questo film fin troppo osannato. Nonostante il buon cast e la regia d’eccezione alcune sequenze sono veramente noiose e il film non è certamente avvincente. Il suo principale difetto è una lunghezza eccessiva non supportata da uno sforzo registico adeguato. Il risultato è un film che alterna (poche) sequenze da oscar a moltissime sequenze vuote insignificanti e soprattutto ripetitive e tediose.

Strano perché Martin Scorzese è un nome importante quando si parla di registi e che ha sempre dimostrato ottime capacità, non solo in film impegnati, ma anche creando capolavori non impegnati ma come “Cape Fear - Il promontorio della paura”. Proprio “Cape Fear” poi è l’esatto opposto di questo film: un thriller ad alta tensione avvincente e pieno di suspense che non lascia un momento di tregua.

A onor del vero vanno anche fatti notare i vari lati positivi di questo film. Innanzitutto gli ambienti sono stati ricreati con grande accuratezza e la New York selvaggia e tanto in contrasto con quella attuale è resa alla perfezione senza filtri o moralismi. Il film è dunque una fedele ricostruzione storica e la storia di vendetta di cui è protagonista Di Caprio altro non è che un pretesto per mostrare al mondo che ogni grande nazione basa le proprie origini su violenza, ingiustizie e ipocrisia.
Interessante notare che mentre i capi banda hanno un forte senso dell’onore e combattono testa a testa, vent’anni dopo la nuova classe dirigente è molto più subdola e non esita a mentire e usare inganni e metodi riprovevoli per ottenere ciò di cui necessitano.

In ogni caso se vale la pena di vedere questo film, è solo grazie alla sua profondità: tra i vari messaggi uno mi ha colpito in particolare per l’efficacia con cui viene trasmesso: se vuoi risolvere le cose con la forza e la violenza ricordati che verrai pagato con la stessa moneta. Come ho detto di messaggi ce ne sono diversi, ma questo pur non essendo quello centrale è però continuamente ripetuto sotto forme diverse mostrando l’inutilità e le conseguenze del combattimento e dello scontro violento a tutti i livelli (ribellioni, vendette). A mio parere quindi il film risulta quindi molto pesante e si risolleva solo negli ultimi 30’ e in alcune sequenze molto brevi sparse per tutto il film. C’è di peggio, ma c’è anche di molto meglio.

Concludendo questo è il classico film che divide critica e pubblico: i primi badando solo allo spessore e alla profondità lo giudicano qualcosa di unico (per la fedeltà e la schiettezza con cui ricostruisce la storia non proprio encomiabile della propria nazione) dall’altro lo spettatore medio che lo troverà un mattone assurdo o quantomeno molto pesante. Per i primi il film meriterebbe un voto superiore all’8,5 per i secondi non vale nemmeno 5. Dal canto mio credo che il film vada visto, ma che regia e sceneggiatura avrebbero potuto (e dovuto) essere decisamente più curate sotto alcuni punti di vista e ritengo che un film non possa essere giudicato bello se perfetto da un punto di vista e molto carente sotto un altro…


Voto medio: 7,0
Voto:6,5

Nota:
Il voto (per il quale rischio il linciaggio dalla critica ufficiale) rispecchia a mio modo di vedere il giudizio su un film carente sotto un aspetto molto importante e perfetto sotto altri. Ed è soprattutto un invito a non vedere il film per tutte quelle persone che non sono disposte a "sorbirsi" quasi tre ore, di un film effettivamente pesante, al solo scopo di vedere una ricostruzione storica coraggiosa e validissima. I meno superficiali, interessati a coglierne l'essenza e disposti a riconoscere il valore saranno anche così flemmatici da andare oltre il voto e leggere per intero la recensione rendendosi conto che nonostante i difetti assolutamente non trascurabili il film merita di essere visto.
Voto: 6,5
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione