prova Evilenko - il comunista che mangiava i bambini: film

Evilenko - il comunista che mangiava i bambini

Evilenko - il comunista che mangiava i bambini
Titolo originale: Evilenko - il comunista che mangiava i bambini
Produzione: Italia
Durata: 1h e 46'
Genere: Drammatico/Thriller
Regia: David Grieco
Uscita: 2004-04-16
Attori principali: Malcolm McDowell, Ronald Pickup, Frances Barber, Vernon Dobcheff, Marton Csokas
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 5.8/10 (13 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Il film, tratto dal romanzo di David Greco "Il comunista che mangiava i bambini", racconta la storia vera di uno dei "mostri" più tristemente noti della storia: il serial killer Andrej Romanovic Cikailo conosciuto anche come il mostro di Rostok. Ambientato durante il crollo del comunismo, negli anni della Perestroica, il film narra impietosamente della pazzia di Evilenko e del dramma di decine e decine di famiglie. Insospettabile cittadino, anziano, sposato e protetto per via di conoscenze altolocate Evilenko uccideva e mangiava le sue vittime: adolescenti e bambini di giovanissima età!
E la scia di sangue continuò per ben dodici lunghissimi anni.
Recensione:
Un film ben diretto che lascia pensare al baratro verso cui può spingersi l'uomo quando diventa una bestia. Il film colpisce duramente lo spettatore pur senza giocare su artifici scenici: è la realtà, la vera storia che ci colpisce e non il modo in cui ci viene presentata.

Il regista fa comunque un ottimo lavoro, mantenendo uno stile costante dall'inizio alla fine e incalzando lo spettatore con un ritmo pesante, ma ben scandito.
Il film non è mai noioso, ma non è assolutamente paragonabile a film come Seven o Il silenzio degli innocenti. Lo scopo del regista era più quello di indignare lo spettatore con un documentario fedele che quella di costruire ad arte un film basato su colpi di scena (che comunque non mancano) e atmosfere gotiche. Nonostante ciò, torno a ripetere che il film, oltre a farci riflettere, è anche tecnicamente molto valido e curato in ogni aspetto.

La storia è ancora oggi attualissima (Romanovic fu giustiziato il 14 febbraio 1994) e il sapere che una persona così crudele era colta e sposata con una donna amorevole lascia ancora più da riflettere. In altre parole la ferocia e la disumanità che si celano dietro l'apparente normalità ci colpisce profondamente.

Insomma, un ottimo film, di quelli che fanno riflettere, ma al contempo un ottimo thriller sui generis. Da vedere!
Voto: 8,0
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione