prova Birthday girl: film

Birthday girl

Birthday girl
Titolo originale: Birthday girl
Produzione: Gran Bretagna
Durata: 93
Genere: Commedia
Regia: Jezz Butterworth
Uscita: 2002-01-25
Attori principali: Stephen Mangan, Nicole Kidman, Mathieu Kassovitz, Vincent Cassel, Ben Chaplin
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 7.7/10 (21 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Un onesto cittadino inglese sulla trentina lavora in banca da dieci anni. È il classico tipo tranquillo, sottomesso, un po’ mediocre e nonostante l’età ancora non trova la ragazza giusta. Decide quindi di ordinare la moglie su internet da un sito russo. La moglie arriverà presto ma non tutto andrà come dovrebbe: la ragazza parla solo russo e lui vorrebbe rimandarla indietro. I guai iniziano quando si presentano a casa due russi amici di lei che finiranno per rovinargli la vita e metterlo in guai seri con la legge…
Recensione:
Birthday Girl ha diviso la critica: il pubblico non l’ha apprezzato appieno, mentre la critica ufficiale l’ha lodato come film di denuncia dei problemi del giorno d’oggi: solitudine, mediocrità, inadeguatezza e debolezza di carattere.
È uno dei tanti film con Nicole Kidman nella parte della donna bellissima, sensuale e provocatrice che mette gli uomini di carattere debole nei guai. Il film non è certo originale e la trama è scontata e prevedibile. Niente colpi di scena, pochi imprevisti, è il classico film che ci mette in guardia sul non aprire la porta agli sconosciuti.
Nonostante questo il film non è da scartare: innanzitutto la regia, la sceneggiatura e il resto sono superiori alla media del genere. Inoltre la Kidman da un tocco particolare al film, che però non raggiunge film come “Da morire” (in cui lei interpretava una parte simile).

Birthday Girl è il classico film sentimentale a lieto fine, a tratti quasi romantico, condito con la riflessione drammatica di cosa può succedere se non si ha un carattere forte, se si lascia entrare degli sconosciuti in casa, o se si prende una moglie che sta con noi per soldi (“Mogli e buoi dei paesi tuoi”).

La regia non è malvagia, ma non ci sono scene di tensione, la caratterizzazione dei personaggi poteva essere più forte e non c’è originalità, ecc. Insomma diciamo che il regista ha costruito una base compatta ma senza edificarci sopra…

Concludendo, il film è carino nel suo genere, un po’ meno in assoluto. È uno di quei film di cui non vi rimane molto. Non mi sento né di sconsigliarvelo, né di consigliarvelo in assoluto. Dipende dai vostri gusti personali. A me sinceramente è piaciuto, ma come ho detto non mi ha lasciato nulla. Se avete tempo vedetelo, ma ci sono film migliori.
Voto: 7,0
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione