prova Alta tensione: film

Alta tensione

Alta tensione
Titolo originale: Haute tension
Produzione: Francia
Durata: 91
Genere: Horror/Thriller
Regia: Alexandre Aja
Uscita: 2005-06-10
Attori principali: C?cile de France, Ma??wenn Le Besco, Philippe Nahon, Frank Khalfoun, Andre?? Finti, Oana Pellea, Marco Claudiu Pascu, Jean-Claude De Goros, Bogdan Uritescu, Gabriel Spahiu
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 8.3/10 (12 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Due amiche recano assieme a casa di una delle due per preparare un esame universitario. La famiglia di lei sarà interamente sterminata da un brutale assassino. Quando l'amica tenta di salvarle la vita nascondendosi nel furgone del serial killer l'incubo ha inizio per entrambe.
Recensione:
Il film, di produzione francese, è di cattivo gusto sia per l'eccesso di scene violente ed esagerate sia per l'utilizzo di dettagli sanguinolenti e inutili inquadrati troppo da vicino. La trama presenta un notevole colpo di scena, che si presenta tuttavia come totalmente irreale non essendo assecondato dalla trama stessa durante tutta la prima parte del film. Senza tale colpo di scena il film sarebbe stato un filmetto di serie c, adatto agli amanti degli horror, così tenta una soluzione che però stona deludendo sia i fan dell'horror che del genere thriller.

Le scene sono abbastanza forti per un thriller, ma il genere horror ci ha abituato a ben altri livelli. Il regista non inquadra eccessivamente da vicino le scene che quindi non disturbano eccessivamente. Quello che disturba è che la vicenda già assurda di per sé prima del colpo di scena, dopo diventa veramente ridicola. Il sangue, è vero, scorre a fiumi, ma senza scene che facciano veramente schifo. Le scene sono comunque preannunciate e quindi facilmente evitabili rivolgendo lo sguardo altrove.

L'atmosfera è invece realmente azzeccata, ottima per un film di genere. Il finale tenta il colpo di scena, ma è stato da molti criticato come incoerente con la prima parte del film. Effettivamente ci sono molti dettagli che non quadrano. Anzi, il film è comunque in gran parte basato sull'immaginazione del killer, quindi è necessario tener conto che alcune scene non filano perché non sono successe realmente. Quello che vediamo è insomma, quello che il killer immagina. Però avremmo preferito che il regista avesse curato maggiormente i dettagli.

Se si tralasciano le ultime scene, realmente pietose, la regia, pur essendo molto migliorabile, è comunque all'altezza. L'atmosfera è decisamente quella del classico horror, tipo "Jeepers Creepers" o "Jason" ma qui non ci sono mostri ma serial killer.

Gli attori recitano una parte banale e i dialoghi sono inesistenti. Nessun ruolo inoltre è stato analizzato a fondo da un punto di vista psicologico. Rimane appunto quello che è, ovvero un horror-thriller di serie C.
Voto: 6,0
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione