Splinter Cell

Recensione di:
Splinter Cell


Voto: 9,5

: Hic



Forse l’unica cosa che si potrebbe criticare di Splinter Cell Ŕ il nome dato al personaggio(Sam Fischer) che non lo caratterizza bene e non lo fa rimanere impresso nella memoria, come facevano nomi quali Duke, Snake o Serious Sam. Per il resto si pu├▓ solo dire che Sprinter Cell Ŕ un capolavoro, forse l’unico gioco veramente bello che sia uscito dopo Half-Life, capolavoro della Sierra che ha ridato valore al single player. Basato sul motore notevolmente migliorato di Unreal S.C. ha texture ad alta risoluzione, luci dinamiche e modelli 3d realizzati alla perfezione. Durante tutto il gioco non ho mai riscontrato bug o errori tipo braccia che entrano nei muri o cose del genere. Per chi non ne fosse al corrente Unreal Ŕ il gioco che ha fatto tremare tutti i videogames per la sua grafica rivoluzionaria, il gioco in cui quando si usciva all’aperto si guardava a bocca aperta il cielo, le nuvole, l’acqua e si vedeva un castello a chilometri di distanza verso cui bisognava andare, il gioco con cui ogni videogioco ha dovuto successivamente misurarsi.
Tornando a S.C. bisogna dire che sotto il punto di vista del gioco in se (globalmente) ha perfino superato Metal Gear Solid, mentre sotto il punto di vista della trama Ŕ sicuramente inferiore.

Sam Fischer Ŕ un agente segreto del N.S.A. (National Security Agency) che deve risolvere dei problemi riguardanti la Russia e degli ordigni nucleari. Viene mandato in missione per indagare sulla improvvisa scomparsa di due agenti della C.I.A.(qui non ci scrivo la sigla perch├ę se non sapete che cos Ŕ la C.I.A. Ŕ meglio che non comprate S.C.), scoprirÓ ovviamente che sono morti e cosi di seguito. Parlando dei filmati, senz’altro di ottima fattura, si deve far presente che finalmente non sono pi¨ realizzati col motore del gioco, ma ad alta risoluzione. Le musiche poi sono il punto forte del gioco: si attivano al momento in cui si viene scoperti o in cui si passa dall’azione stealth all’azione con uso di forza letale. Durante il gioco ci sono suoni di sottofondo o musiche non fastidiose, quando poi si passa all’ azione scatta una musica che ti tiene l’adrenalina al massimo e i nervi tesi al limite. Sembra di avere veramente in mano quella pisola col silenziatore e di avanzare nel buio scrutando tutto col visore notturno.

Questa Ŕ un’altra caratteristica di S.C.: il visore ad intensificazione della luce e il visore termico. Questi vi permetteranno di muovervi nella completa oscuritÓ come dei pipistrelli, vedendo senza essere visti. Il visore termico servirÓ anche per poter aprire delle porte a codice, osservando il diverso calore dei tasti appena premuti. I movimenti che si possono far eseguire al nostro personaggio sono tantissimi (in confronto Tomb Raider sparisce). Si va dal semplice arrampicarsi, sporgersi, chinarsi, saltare fino a stare sospesi tra due muri, calarsi con corde o pertiche, rotolare, saltare da un muro all’altro, spostare cadaveri o prendere dei nemici ed usarli come scudo. Ci si pu├▓ calare da un tetto con una corda per poi entrare nell’edificio rompendo una vetrata, il tutto con la massima semplicitÓ e senza dover eseguire salti millimetrici stressanti come in Tomb Raider. La velocitÓ di movimento del nostro personaggio si pu├▓ impostare su quattro posizioni a secondo di quello che richiede la situazione. Per esempio se ci sono telecamere o nemici in vicinanza Ŕ preferibile muoversi lentamente. Le armi a disposizione sono solo due anche se, dato lo stile del gioco, il numero di accessori e la possibilitÓ di stordire anche a mani nude non si sente la mancanza di pi¨ armi. Il reticolo del fucile da sniper traballa un po’ troppo, per├▓ si pu├▓ tenere immobile per alcuni secondi. Questo tremolio Ŕ stato realizzato sicuramente per non fare un uso eccessivo di quest’arma altrimenti micidiale. Un’ultima parola va spesa per il gameplay, veramente ben realizzato. Tutti i movimenti e le azioni che si possono fare risultano di facile gestione cosi come si prende facilmente la mira e si scorre tranquillamente tra gli oggetti e gli accessori del nostro agente.

Concludendo Splinter Cell Ŕ decisamente un capolavoro, uno di quei pochi giochi che non verranno dimenticati nemmeno tra 50 anni. Datemi retta Ŕ degno della fama che lo circonda.



Voto: 9,5