prova Signori, il delitto e servito - recensione trama film

Signori, il delitto e servito: trama e recensione

Signori, il delitto e servito
Titolo originale: Clue
Produzione: Usa
Durata: 96
Genere: Thriller
Regia: Jonathan Lynn
Uscita: 1986-01-01
Attori principali: Eileen Brennan, Tim Curry, Madeline Kahn, Christopher Lloyd, Michael McKean, Martin Mull, Lesley Ann Warren, Colleen Camp, Lee Ving, Bill Henderson, Jane Wiedlin, Jeffrey Kramer, Kellye Nakahara
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 0.0/10 (0 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Un gruppo di persone vengono invitate l'una all'insaputa dell'altra nella stessa villa. Molti di loro si conoscono per fama, il loro rapporto però è decisamente particolare si tratta infatti di amanti, ricattatori e altri loschi figuri. Ognuno di loro, indipendentemente dal lavoro o dalla copertura è infatti impicciato in affari poco chiari. Quando alcuni di loro vengono assassinati uno di loro si improvvisa detective e mette a nudo moventi e relativi rapporti tra le varie persone presenti"
Recensione:
Il film è una commedia thriller che si ispira al gioco da tavola "Cluedo". Il gioco prevede che tramite una serie di indizi (il titolo deriva infatti dall'inglese clue che significa appunto indizio) si arrivi a scoprire chi, dove e come ha commesso l'omicidio. È quindi data una serie di armi, di luoghi e di persone che il film copia alla lettera. Nel complesso il film è abbastanza noioso e leggermente ripetitivo e a tratti persino irritante, ma per gli amanti del gioco rimane comunque abbastanza interessante anche grazie a un finale particolare e ad una caratterizzazione insolita attribuita ai personaggi che risultano essere tutti dei criminali incalliti. La regia e l'interpretazione degli attori non è particolarmente brillante, e la comicità  risulta vagamente demenziale, ma nel complesso si tratta di un filmetto vedibile. Insomma, un film che risulta interessante per chi conosce il gioco da tavola Cluedo.
Voto: 6,
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione