prova Le regole del gioco - Lucky You - recensione trama film

Le regole del gioco - Lucky You: trama e recensione

Le regole del gioco - Lucky You
Titolo originale: Lucky you
Produzione: Usa
Durata: 123'
Genere: Drammatico
Regia: Curtis Hanson
Uscita: 2007-06-22
Attori principali: Eric Bana, Drew Barrymore, Theresa Bennett, Robert Downey Jr., Adam Bitterman, Kelvin Han Yee, Jeramie Beechler, Debra Messing, Robert Duvall
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 7.4/10 (7 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Huck Cheever è un giocatore di poker incallito e perennemente squattrinato, sebbene conosca perfettamente i trucchi
per vincere e il pensiero matematico dietro le regole del gioco finisce sempre per indebitarsi fino al collo. Affronterà un torneo in cui cercherà di battere il padre, proprietario di un casinò, destreggiandosi fra il burrascoso rapporto con la cantante Billie e i rancori del suo passato.
Recensione:
Ambientata quasi tutta all'interno di un casinò famosissimo come il Bellagio, questa storia d'amore e di riscatto porta con se diversi elementi interessanti, sebbene si adagi su un tema non adatto a tutti. Il rapporto fra il protagonista Huck, che ha il volto di Eric Bana e suo padre, interpretato da Robert Duvall, si basa totalmente sulle capacità intellettive, è un continuo scontro di menti e una lunga sfida sempre affrontata attraverso il gioco e lo scambio di denaro. L'incontro fra Huck e Billie (Drew Berrymore) è fondamentale per notare la svolta nella vita del personaggio principale, che riflette su come ciò che vale di fronte ad un tavolo verde non sempre può essere accettabile nella vita. Curtis Hanson è un regista di gran talento, e ci sono prove innumerevoli a supporto di tale tesi, le scene girate durante il torneo di poker sono vibranti e specifiche, la magia della Strip (la strada principale degli hotel lussuosi a Las Vegas) e della sua architettura è perfettamente rappresentata in mille inquadrature emozionanti.Purtroppo però questa cura non basta per sorreggere una sceneggiatura priva di profondità e mordente, sicuramente interessante per chi è già conoscitore delle lunghe sessioni ai tavoli da gioco, un po' meno digeribile per chi si avvicina con poca dimestichezza a questo tipo d’intrattenimento.La scelta della durata poi, circa due ore e dieci, si è rilevata infelice perché si perde facilmente la concentrazione e la volontà di capire, cominciando a odiare le solite facce ai medesimi tavoli, ritrovandosi a sperare che prima o poi qualcuno inizi una rissa da bar e che tutto si distrugga.Sottotono Eric Bana, deliziosa ma senza il solito fascino e la spensierata ironia la Berrymore, mentre Duvall perde colpi sia dal punto di vista recitativo che da quello fisico.Splendido invece il cammeo di Robert Downey, finemente rapppresentato e molto divertente. Un film di questo calibro avrebbe meritato qualcosa in più a livello di scrittura che non c'è stato, una spinta d'azione, un tripudio di carattere e la capacità di attrarre gli spettatori usando gli elementi presenti in un casinò, cosa che accade puntualmente in Nevada ogni giorno, ma qui totalmente assente, e invece si è risolto tutto troppo facilmente seguendo la vita dell'ennesimo ragazzo che ignora le regole dei rapporti umani per abbandonarsi al suo vizio, venendo puntualmente salvato. Tecnicamente ineccepibile, ma tristemente già visto.
Voto: 6
Ambra Zamuner

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione