prova Crash - Contatto fisico - recensione trama film

Crash - Contatto fisico: trama e recensione

Crash - Contatto fisico
Titolo originale: Crash
Produzione: Usa, Germania
Durata: 113
Genere: Drammatico
Regia: Paul Haggis
Uscita: 2005-11-11
Attori principali: Sandra Bullock, Don Cheadle, Terrence Howard, Jennifer Esposito, Thandie Newton, William Fichtner, Ryan Phillippe, Brendan Fraser, Matt Dillon
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 7.7/10 (7 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Diversi individui di Los Angeles, con una vita totalmente distante, si troveranno a scontrarsi inevitabilmente..
Recensione:
"In ogni metropoli si incontrano tantissime persone (...) ma a Los Angeles i suoi abitanti sono talmente barricati (...) da non incontrarsi mai, ed è tanto il loro desiderio di avere un contatto fisico.." Inizia così il film scritto e diretto da Paul Haggis, con la voce del detective Graham Waters che descrive la sua città. E' la presentazione simbolica della pellicola, poichè le storie e i personaggi vertono attorno a questa cornice in una ragnatela di indifferenza, razzismo e intolleranza. I protagonisti sono diversi e ciascuno di loro mostra uno spaccato della realtà americana: vi è il poliziotto americano che abusa del proprio potere, due ragazzi di colore delinquenti, un ex galetto con famiglia divenuto onesto e via discorrendo. Il collante che lega le loro vite è il razzismo e il pregiudizio nei confronti di culture diverse, volutamente ostentato in alcune scene per rimarcare il concetto che l'odio spesso nasca dalla semplice ignoranza, dalla frustrazione per una vita avara di sorrisi e di gratificazioni. La sceneggiatura è parte integrante del messaggio filmico: è toccante e capace di coinvolgere emotivamente lo spettatore. La telecamera è sovente puntata sulla strada, sui silenzi dei personaggi, sui loro sentimenti; caratterizzata da musiche malinconiche e suggestive poi, insieme ad immagini molto forti, rende al meglio la sensazione della solitudine. Ciò che emerge guardando Crash - contatto fisico è come la scarsa comunicazione, uno dei nodi cruciali della società contemporanea, possa portare a tragedie senza senso. La fine del film mostra chiaramente il messaggio che il regista vuole mandarci: ad un tamponamento fra un orientale ed un'americana, scoppia una disputa più per la diversa cittadinanza che per il danno in sè. Paul Haggis evidenzia sopratutto la mancanza di voglia di comunicare, dovuta alle abitudini e al pregiudizio cementificato dalle convenzioni, piuttosto che a una difficoltà meramente linguistica. Una pellicola con chiavi di lettura fantastiche, molte di esse trattate con un velo d'ironia particolarmente azzeccato. Da vedere.
Voto: 8,5
Paola Priola
Trailer:

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione