prova 36: film

36

36
Titolo originale: 36 quai des orf?vres
Produzione: Francia
Durata: 110
Genere: Drammatico
Regia: Olivier Marchal
Uscita: 2005-01-21
Attori principali: Daniel Auteuil, G?rard Depardieu, Valeria Golino, Andr? Dussollier, Roschdy Zem, Daniel Duval
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 10.0/10 (1 voto)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Parigi, una spietata banda di malviventi specializzati in rapine a furgoni portavalori terrorizza la città.
Il capo della polizia mette una taglia sulla banda, sul piatto la promozione a capo della polizia giudiziaria.
Due squadre, due comandanti, si scontrano senza esclusione di colpi per raggiungere l'obiettivo.
Nessuno scrupolo per i poliziotti coinvolti. Così tra soffiate, trappole e tradimenti la storia si dipana fino all'inaspettato e cruento finale.
Recensione:
Il noir rappresenta nell'immaginario filmico un genere che miscela il Melò a tematiche psicologiche ed introspettive che affrontano il lato oscuro e istintivo dell'essere umano. Il filone narrativo di cui parliamo ha perso quella sorta di purezza che lo rendeva un genere facilmente riconoscibile trattando temi come la passione, il tradimento, caduta e riscatto, emozioni dalle intriganti e molteplici sfaccettature. I personaggi che popolano questo mondo rappresentano, come spesso succede, una categoria di tragici perdenti che cercano riscatto e come nel caso di personaggi femminili si trovano solitamente in balia di eventi che non riescono a controllare. Se vogliamo cercare, trovare degli esempi calzanti della filmografia in questione dobbiamo guardare indietro, e citare classici come il francese "i diabolici" o l'americano "L'infernale Quinlan". Se proprio vogliamo attingere dalla odierna cinematografia il nostrano "Quo vadis baby?" è un buono esempio insieme al cinico e violento "Payback" con un cattivissimo Mel Gibson. "36" con il suo solido impianto classico, anche se ambientato in una Parigi odierna, possiede tutti gli stilemi del genere. In questo noir d'autore, il regista Olivier Marchal ci accompagna in un viaggio senza ritorno imboccando il sentiero del nichilismo estremo. In una città livida e straniante, criminali e poliziotti confondono i propri ruoli, giustizia e vendetta si alternano in un pericoloso balletto musicato con alte dosi di violenza e cinismo. In questa società dove l'ambizione e il potere corrompono e assopiscono le coscienze, si muovono i due personaggi interpretati da Gerard Depardieu e Daniel Auteuil, anime irrequiete che combattono con i propri demoni interiori, chi con l'alcool, chi con la violenza, uomini d'altri tempi, anacronistici e disperati, uno in cerca di redenzione, l'altro accecato dall'ambizione. "36" ci regala una solida sceneggiatura, personaggi shakespeariani e una magistrale fotografia. Una pellicola che meriterebbe una fruibilità di pubblico maggiore, ed una visione più approfondita così da poter cogliere l'atmosfera retrò in cui ci si immerge fin dai primi minuti. Ad avvalorare la tesi sulla potenzialità commerciale di questa pellicola c un prossimo remake americano, probabili interpreti Robert De Niro e George Clooney.
Voto: 8
Pietro Ferraro

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione