X-Men 3: Conflitto finale

Trama e Recensione di:
X-Men 3: Conflitto finale


Voto: 7,0

Gik25

Scheda di Opinioni

Vota il film:


Titolo originale: X-Men: The Last Stand
Produzione: Usa
Durata: 1h e 43'
Genere: Fantastico
Regia: Brett Ratner
Uscita: 26 Maggio 2006
Attori principali: Hugh Jackman, Ian McKellen, Kelsey Grammer, Patrick Stewart, Famke Janssen, Halle Berry, Rebecca Romijn-Stamos

Trama:
X-men e uomini sembrano aver raggiunto una convivenza civile, un mutante rappresenta gli altri presso il parlamento degli stati uniti. La scoperta di una cura per il gene mutante, capace di eliminare i superpoteri di chi ne faccia uso, mette però in crisi la tregua tra umani e mutanti. Magneto organizza un esercito per distruggere i laboratori dove è mantenuta la cura.


Recensione:
Peccato, difficile quasi da credere che la prima impressione che si ha vedendo un film come X-men sia così deludente. Il film alterna tocchi di classe notevolissimi, sottolineati da una colonna sonora stupenda, con scene tanto pessime da disgustare lo spettatore. Il ritmo è buono, la trama interessante, ma tutto ciò che nel film ruota intorno a Jean, la Fenice, provoca irritazione e fastidio.

Probabilmente se il regista avesse sottolineato meglio la trasformazione di carattere e scelto maniere meno teatrali per certe scene il film sarebbe stato decisamente più apprezzabile, ma così lo spettatore che va al cinema senza aver letto il fumetto rimane realmente deluso dai colpi di scena. Il mio consiglio è quello di farsi raccontare la trama, almeno per quanto riguarda le scene più inaspettate.

Si va da scene quasi perfette, anche se difficilmente all'altezza dei primi due episodi, a scene irritanti ed esagerate. Il film è infatti poco credibile in alcune sequenze, molto irritante in altre e soprattutto non si capisce il perché di numerose scelte che peggiorano incredibilmente il film.

Le scene spettacolari dei primi film vengono spesso sostituite da esagerazioni. Il regista dirige un film troppo basato su scontri e azione e troppo poco caratterizzato dai poteri dei mutanti. I poteri che erano inoltre molto ben bilanciati nei primi film, sono ora buttati alla rinfusa senza logica.

Il film stesso è realizzato in maniera non eccezionale e risulta confusionario e mal diretto. Lo spettatore fatica ad accorgersene essendo troppo disgustato dalle scelte narrative.

Il regista, pur avendo diretto film di grosso calibro, ha uno stile molto diverso rispetto a quello che caratterizzava gli altri X-men. Comunque il suo errore è principalmente quello di non avvertire lo spettatore di cosa sta per succedere e di spettacolarizzare troppo scene odiose. Comunque bisogna ammettere che alcuni tocchi di classe sono realmente unici, e che il secondo finale, che segue i titoli di coda risolleva decisamente la pellicola.

Il film riesce comunque a mantenere sempre alta la tensione e l'interesse dello spettatore, anche se questo rischia di uscire dalla sala deluso, sarebbe bene rivedere il film una seconda volta prima di esprimere un giudizio troppo negativo.

I superpoteri dei nuovi personaggi sono notevoli, ma non spettacolari come quelli dei protagonisti principali.

Insomma, un film controverso, per alcuni versi eccezionale, per altri pessimo. In ogni caso da vedere.


Voto: 7,0