prova Schegge di paura - recensione trama film

Schegge di paura: trama e recensione

Schegge di paura
Titolo originale: Primal fear
Produzione: Usa
Durata: 121
Genere: Thriller
Regia: Gregory Hoblit
Uscita: 1996-06-15
Attori principali: Richard Gere, Laura Linney, John Mahoney, Edward Norton, Alfred Woodard, Frances McDormand
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 9.5/10 (2 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Martin Vail (Richard Gere) si offre come avvocato difensore di Aaron (Edward Norton) un ragazzo accusato dell'omicidio dell'arcivescovo della sua citt
Recensione:
Martin Vail (Richard Gere) è uno degli avvocati più famosi di Chicago. Quando scopre un omicidio diventato un boom mediatico, decide di prendere le difese dell'assassino gratuitamente, sia per sfida personale - le prove schiaccianti - che per notorietà. L'avvocato deve difendere Aaron (Edward Norton) dalla pena capitale richiesta dall'accusa, capeggiata da Janet Venable (Laura Linney) con la quale ha un rapporto sentimentale. Il suo cliente è un ragazzino dal passato turbolento: Aaron mostra segni evidenti di squilibrio mentale e proclama la sua totale estraneità dai fatti, nonostante tutto sembri collegarsi a lui. Martin decide di credergli e di affidarlo a una perizia psichiatrica, basando la propria difesa sull'ipotetica terza persona che il suo cliente afferma di aver visto prima di perdere i sensi. Gregory Hoblit ci propone un thriller "giudiziario" con una tipica trama noir lineare da fiato sospeso attraverso lo sviluppo delle indagini (anche se, in certi tratti, alcune piste risultino un tantino prolisse, come i trascorsi economici del prete) ma sopratutto, grazie alla splendida prestazione di un venticinquenne Edward Norton: nei panni di uno psicopatico ragazzino con disturbi della personalità, capace di far impallidire la critica attraverso un interpretazione fortemente realistica e di mettere in ombra un veterano come Richard Gere, risulta la pietra miliare di un film che altrimenti non avrebbe nulla di particolare da menzionare. Corruzione, pedofilia e psichiatria: temi scottanti che la società - esattamente come succede in tribunale - cerca di nascondere. Il regista ci propone il confine fra sanità mentale e finzione, fra infermità mentale e subdola fuga dalle proprie responsabilità. Ci mostra come spesso dietro vescovi e preti mansueti si nascondano uomini perversi che tolgono dalla strada i ragazzi spesso per abusarne in segreto. In definitiva, un thriller non di certo atipico che ha portato alla ribalta del grande schermo Edward Norton, regalandogli la nomination all'oscar per attore non protagonista.
Voto: 7,5
Paola Priola
Trailer:

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione