prova Election: film

Election

Election
Titolo originale: Election
Produzione: Usa
Durata: 103
Genere: Commedia
Regia: Alexander Payne
Uscita: 2000-07-15
Attori principali: Matthew Broderick, Reese Witherspoon, Chris Klein, Phil Reeves.
Scheda di Opinioni
Vota il film:

- Voto: 0.0/10 (0 voti)

Commenti


Commenta il film!

Trama:
Tracy Ŕ un alunna incredibilmente in gamba, tanto da essere considerata da tutti come il perfetto stereotipo dell'arrivista. Quando si candiderÓ a presidente del consiglio studentesco uno dei suoi professori spingerÓ un altro studente a candidarsi per ostacolarla.
Recensione:
Figlia unica e coperta di attenzioni, Ŕ convintissima delle sue capacitÓ oltre ogni immaginazione. ╚ lo stereotipo perfetto dell'arrivista, ma non per cattiveria, nella sua ingenuitÓ Ŕ convinta di poter sopperire alla solitudine e alla mancanza di amici mostrandosi come la prima della classe in qualunque cosa faccia e lotta con tutte le sue forze per dimostrarlo. I commenti della voce narrante sono particolarmente riusciti, come pure i personaggi e le loro azioni. Il film ricorda vagamente American Beauty, ma il ritmo Ŕ un po' troppo lento e la recitazione non sempre convincente. Le diverse storie si intrecciano assieme in maniera curiosa e imprevedibile, giocando su compromessi etici e morali, e trasmettendo, in un certo senso, il messaggio che lo spettatore vuole leggerci. La psicologia dei vari protagonisti Ŕ molto diversificata, verosimile e curata nei dettagli. Dei tre ragazzi che alla fine si candideranno Il discorso di Tammy Ŕ il pi¨ spontaneo e autentico, e il confronto dei tre Ŕ stupendo. Alcune frasi fanno riflettere ("forse un giorno imparerai che volere a tutti i costi qualcosa, anche a costo di calpestare gli altri Ŕ sbagliato") e in generale per quanto il film rimanga semplicemente un'allegra commediola Ŕ piuttosto ben fatto. Molte delle problematiche proposte, e il modo in cui sono proposte, lasciano davvero l'amaro in bocca. Alra frase carina Ŕ "un uomo cacciato da casa sua, messo all'indice della societÓ dove pu˛ andare?" e la risposta Ŕ... "New York City". La frase finale Ŕ verissima e nel complesso il film Ŕ coinvolgente e lascia sicuramente qualcosa di sostanzioso su cui riflettere, seppur non abbastanza da distinguersi dalla massa ed essere chiamato capolavoro. La colonna sonora Ŕ anch'essa molto azzeccata. Insomma, una commedia sarcastica, divertente e profonda, ma non eccessivamente pesante.
Voto: 7,5
Gik25

Leggi i commenti Collabora con noi! Invia una recensione